Orticaria: cause, sintomi e rimedi naturali

L’orticaria è una malattia della pelle che si può verificare sia in chi è allergico sia in chi non lo è. Questa malattia si presenta con delle eruzioni cutanee, grandi quanto le punture di zanzara.

In realtà, la pelle li produce da sola, senza interventi esterni. Quando scompaiono, esce una piccola crosta rossa. Purtroppo, però, mentre un punto guarisce, l’altro si complica. La malattia, quindi, può diventare cronica con molta facilità.

Oltre alla predisposizione genetica e le allergie, ci sono altri fattori che fanno emergere la malattia. Ecco quali sono le cause e i sintomi dell’orticaria e quali sono i rimedi naturali in grado di alleviare i sintomi.

Cause

L’orticaria si genera perché il sistema immunitario agisce contro se stesso. Nei casi in cui è collegata all’allergia, basta entrare in contatto minimo con la sostanza di cui si è allergici per scatenare la reazione.

In alcuni casi gravi, però, che sono quasi il 20% del totale, l’orticaria agisce da sola, anche senza il “supporto” di un agente esterno. La malattia si può sviluppare per via dello stress e della cattiva alimentazione.

Nei casi gravissimi, invece, la malattia nasconde altri problemi molto gravi. Per questo, è fondamentale agire subito consultando un medico.

Esistono varie forme di orticaria:

  • Bollosa: è caratterizzata dalla comparsa di bolle
  • Da freddo: è di un’edema con formazione di ponfi in corrispondenza delle aree corporee esposte al freddo (può trattarsi di una forma di orticaria ereditaria o acquisita)
  • Da medicamenti: orticaria causata dall’assunzione di un farmaco
  • Gigante: edema angioneurotico, cioè un rapido gonfiore di solito all’altezza delle palpebre e degli occhi
  • Papulare: reazione di ipersensibilità alle punture di insetto che si manifesta con la comparsa di piccole papule e ponfi che possono infettarsi ed accompagnarsi ad un aumento dello spessore della cute in seguito a sfregamenti ed escoriazione
  • Pigmentosa: rappresenta la forma più comune di mastocistosi, caratterizzata dalla presenza di piccole macule o papule bruno-rossastre che si localizzano soprattutto al tronco e tendono a sviluppare orticaria in seguito a traumi di lieve entità o ad esposizione a composti chimici irritanti.

Sintomi

I sintomi sono molto evidenti. In qualsiasi punto della pelle compaiono queste bolle. Toccarle o grattarle serve solo a peggiorare le cose. Le bolle si eliminano da sole, ma la reazione in un nuovo punto della pelle è dietro l’angolo.

Segui i nostri consigli su Salute e Benessere. Metti un Like 🙂

Con l’estate, causa indumenti stretti e sudore intenso, queste macchie possono aumentare e presentarsi in diverse parti del corpo contemporaneamente. Non c’è una sola orticaria, ma il medico saprà riconoscere quella giusta.

Nella maggior parte dei casi, eliminando la causa scatenante si guarisce senza problemi. Nei casi gravi, invece, la malattia va sempre tenuta sotto controllo.

Rimedi naturali

La prima erba officinale che viene in aiuto quando si parla di questa o di altre infiammazioni è l’aloe vera. Questa pianta, presa come integratore o in crema, o ancora come olio essenziale, agisce direttamente, calmando e lenendo dove possibile.

La sua azione può essere intensificata da camomilla e lavanda. Queste piante, come la melissa, vanno messe direttamente sulla zona dove c’è l’infezione. Anche la calendula si può usare in questo modo.

Si tratta di una serie di piante che hanno proprietà antinfiammatorie e antisettiche. Oltre a questo, combattono i batteri, alleviando il rossore e riducendo l’aspetto delle bolle e delle macchie.

Ci sono rimedi che ti aiutano semplicemente usandoli in cucina. Ecco quali sono.

Orticaria: cosa mangiare

Per l’orticaria, non c’è una vera e propria dieta da seguire. Ci sono semplicemente cibi da evitare e cibi che aiutano a combattere la malattia. No, quindi, al caffè e agli alcolici.

Sì, invece, allo zenzero, alla curcuma e alla liquirizia, che hanno proprietà antistaminiche per l’organismo. Se hai anche difficoltà a dormire o senti molto stress, allora conviene usare la camomilla anche la sera, sotto forma di tisana.

Puoi chiedere tranquillamente in erboristeria di ottenerla con piante che aumentano il suo potere calmante, come la passiflora, la melissa e la valeriana. In alternativa, puoi trovare anche i filtri già pronti.

Consigli

Purtroppo, chi soffre di orticaria può solo stare attento. La malattia potrebbe comunque verificarsi, soprattutto in caso di predisposizione genetica. Cerca di ridurre gli elementi di stress e i cibi che possano far insorgere la malattia più di frequente.

Per i problemi della pelle, anche esporsi al sole aiuta: vai a mare e goditi la tua scorta di vitamina D!

Evoluzione Collettiva Copyright © 2017. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
Loading...

Leave a Reply