Meditazione: 5 consigli pratici per imparare a meditare.

di Ilaria Cusano

Qualche mese fa mi sono trovata di fronte all’opportunità di realizzare un corso online di meditazione: un videocorso che sapevo sarebbe potuto arrivare nelle case di migliaia di donne, migliorando la loro vita, le loro relazioni e il loro rapporto con se stesse e la società.

In passato ero scettica nei confronti dei corsi online di meditazione: ero abituata ad apprendere tramite persone in carne e ossa, insegnanti grandiosi che mi hanno trasmesso il mondo, e in alcuni casi mi hanno proprio salvata!

Corsi online di meditazione: sì o no?

Successivamente, però, mi è capitato anche di attraversare anni di grandi difficoltà economiche. 
La casa dove vive la mia famiglia di origine era intestata a me, la serenità di mia padre, mio padre e i miei fratelli era minacciata a causa di una truffa che fece rischiare loro di perdere il tetto sopra la testa, e io per amore feci l’errore di assumermi responsabilità forse troppo grandi per me.
 Ci fu il lieto fine, ma in quegli anni continuai ad avere sia il bisogno sia il desiderio di meditare, e i corsi online di meditazione divennero il mio unico orizzonte possibile: potevo permettermi solo quelli.

Fu un periodo sacrificato e duro, ma con l’esperienza imparai delle cose molto preziose; furono queste cose che mi spinsero a dire sì alla realizzazione di un corso online di meditazione.

Si tratta di alcuni principi fondamentali, dei veri e propri punti su cui è importante tenere ben salda la concentrazione, se si vuole progredire nella vita tramite la meditazione. 
Con grande gioia li condivido in questo articolo.

benefici-come-meditare

Segui i nostri consigli su Salute e Benessere. Metti un Like 🙂

Quando funziona la meditazione?

  1. La meditazione è un’attività prima di tutto fisica: ascolta il tuo corpo mentre la pratichi, è dentro al tuo corpo che raggiungerai l’illuminazione – che personalmente amo chiamare estasi.
  2. Per meditare devi essere presente al massimo delle tue possibilità. Presente a tutto quello che c’è così com’è: sensazioni, pensieri, immagini ed emozioni.
  3. Meditare bene non vuol dire non pensare, non provare niente, stare sempre sereni e felici, essere distaccati da tutto e tutti. E’ esattamente il contrario: è starci dentro, provare tutto al cento per cento, essere presenti alla realtà autentica per com’è veramente, con fede, umiltà e umanità.
  4. Non ti serve un guru, non necessariamente. Se ti serve lo incontri; se invece per qualsiasi ragione è il momento che trovi il Maestro che dimora in te, beh, allora la vita ti priverà di qualsiasi guru. Così potrai conoscere l’unico che non vuole niente da te, se non farti brillare.
  5. Meditare per essere felici è possibile, fattibile e realistico; ma essere felici meditando non lo è, non funziona così. Quindi medita pure quanto vuoi, ma ricordati: la meditazione deve servirti per mettere in pratica ciò che apprendi nella vita vera, in mezzo alla gente, per strada, nella routine in cui siamo chiamati ad agire. La vita vera è quella di quando ci muoviamo e stiamo a occhi aperti; il resto è solo una preparazione a questo. Non ti confondere, mi raccomando!

Solo se condividi questi principi potrai beneficiarne; diversamente, di sicuro ti deluderà. 

Buona vita vera a te e a chiunque tu ami.

Ilaria Cusano
www.ilariacusano.it

Evoluzione Collettiva Copyright © 2016. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
Loading...

Leave a Reply