È vero che le arachidi fanno ingrassare?

Loading...

Le arachidi, o noccioline americane sono spesso parte degli aperitivi. Anzi, si potrebbe dire che la loro assenza metterebbe sul piede di guerra i consumatori di bitter più incalliti.
Ma fanno davvero bene alla salute o è meglio evitarle se si è a dieta?

Le arachidi solitamente servite con gli aperitivi sono salate o tostate e questo, però, non va bene per una dieta sana.

Le noccioline sono un eccellente integratore del tutto naturale, molto utile anche a chi ha qualche chilo di troppo che vorrebbe perdere. Chiaramente, vanno evitate come la peste in caso di allergie perché possono portare ad uno shock anafilattico.

Per quale motivo le arachidi fanno bene?

Come le altre varietà di legumi, anche le arachidi apportano all’organismo una buona quantità di amminoacidi essenziali. Queste sostante sono fondamentali per la costruzione della massa magra e dei muscoli.

Questi legumi apportano anche dei grassi essenziali: l’Omega 6 e l’Omega 9, ma anche fibre dal potere saziante, e questo è l’ideale per tenere sotto controllo i livelli di zuccheri presenti nel sangue tra un pasto e l’altro senza sentire fame.

Scopri di più sulle arachidi ma sappi che contengono anche dei nutrienti utili a combattere l’affaticamento: zinco, fosforo, rame, potassio, calcio e selenio. Contengono inoltre vitamine del complesso B, in particolare B1, B3, B5, B6 e B9, importantissime per l’approvvigionamento energetico.

In ultimo, sono ricche di vitamina E, che è un importante antiossidante e combatte l’invecchiamento cellulare.

Arachidi: come sceglierle e quante consumarne

Le arachidi hanno un apporto calorico abbastanza elevato. Considerate che 100 grammi arrivano a contenere ben 567 calorie, più della pancetta di maiale cotta.

Il modo migliore di mangiarle è quindi di massimo 30 grammi al giorno, che sono circa 20 arachidi, possibilmente senza sale, che, se consumato in maniera eccessiva, favorisce la ritenzione idrica, l’aumento della pressione ed il sovrappeso.

Se vengono consumate arachidi non tostate ancora nel guscio si può beneficiare di una quantità maggiore di antiossidanti e acidi grassi essenziali, che si deteriorano con l’esposizione all’aria, alla luce e al caldo.

I valori nutrizionali delle arachidi

Le arachidi hanno un contenuto proteico che si attesta attorno al 28% ed hanno le vitamine

  • E
  • B
  • PP

Contengono anche acido folico (vitamina B9), fondamentale per la sintesi delle proteine, arginina e coenzima Q10, che non è facile da trovare all’interno degli alimenti. Sono inoltre una buona fonte di fibre per l’intestino e sono ricche di sali minerali come:

  • potassio
  • fosforo
  • magnesio
  • zinco
  • manganese

Le controindicazioni delle arachidi

Le arachidi hanno anche delle controindicazioni e vanno quindi consumate con attenzione. Questo vuol dire evitare quelle salate perché dannose per coloro che soffrono di ipertensione, problemi cardiaci o per chi ha problemi di ritenzione idrica.

Pur evitando le arachidi trattate con sale o con tostatura, esse contengono una buona quantità di calorie e sono tra i principali allergeni che si possono trovare nel settore alimentare.

Infine, c’è da prestare attenzione se il legume è ricoperto da una patina grigia o se ha una colorazione scura. In questi casi meglio non mangiarne perché potrebbero essere tossici o avariati.

Ricette con le arachidi

Le arachidi possono essere utilizzate anche per ricette sfiziose e gustose come, per esempio, gli spaghetti con bottarga e arachidi. Se siete amanti dell’aglio, schiacciatene uno spicchio e mettetelo a rosolare con dell’olio in una padella. Aggiungete poi 10 grammi di bottarga, un po’ di peperoncino e 100 grammi di arachidi sgusciate. Intanto, fate bollire i vostri spaghetti, salandoli poco dato che il condimento avrà già un sapore corposo. Una volta pronti, uniteli al sugo, saltandoli in padella.

Quando distribuirete nei piatti gli spaghetti, aggiungete bottarga a piacere e gustatevi questo primo così originale!

Le arachidi possono anche essere unite alle vellutate per darne croccantezza e sapore, oppure sul pollo o anche in una insalata fredda, sul gelato o in un cous cous. Usate la vostra fantasia e ricordatevi che una dieta equilibrata non è composta solo da verdura, ma anche da gusto e divertimento!

Evoluzione Collettiva Copyright © 2015-2019. Tutti i diritti riservati.


Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
Loading...

Leave a Reply