Discipline olistiche: cosa sono, elenco terapie e benefici

Sotto la dicitura discipline olistiche si collocano una lunga serie di pratiche atte a far raggiungere a chi la utilizza uno stato di salute totale. “Olos” infatti significa proprio totalità. In pratica potete raggiungere il benessere della mente, il corpo e lo spirito all’interno dell’ambiente. Non solo quindi state meglio voi, ma riuscite a vivere armonicamente con tutto ciò che vi circonda e le altre persone.

Le discipline olistiche hanno alla base del loro sistema una ricerca atta a individuare la causa vera del problema, senza soffermarsi troppo sul sintomo. Interviene per riequilibrare e stimolare l’auto guarigione.

L’approccio alla medicina olistica però non deve essere di carattere esclusivo in presenza di una malattia o patologia. Cioè non sostituisce la medicina tradizionale ma l’affianca. Perciò non dovete rifiutare le cure del vostro medico ma piuttosto seguire con attenzione e cercare attraverso la terapia olistica più adatta d’intervenire sulla causa energetica, così che il problema non si ripresenti più in futuro. Molte di queste tecniche tra le altre cose sono ottime per ridurre gli effetti collaterali delle cure ufficiali e dovreste di base utilizzarle per prevenire i problemi e conservare così lo stato di salute.

Cosa sono e come funzionano

Per il momento quasi tutte le terapie olistiche sono lontane dall’avere una regolamentazione vera e propria nel nostro Paese. A eccezione dell’agopuntura che può essere praticata solo da chi ha una laurea in medicina e ha seguito il corso di agopunturista. Questa mancanza di regole è un male, anche perché un po’ tutti possono improvvisarsi esperti in qualcosa quando in realtà non lo sono affatto.

Qui per esperti non si intende solo chi ha o non ha un pezzo di carta a dimostrare le competenze teoriche ma anche tutti quegli operatori olistici che lavorano in modo etico e nell’interesse della persona. Quei professionisti che si aggiornano, avanzano nella loro professione e sanno dare buoni consigli.

Non sono professionisti quelli che spingono i propri “pazienti” a interrompere le cure mediche così da convincerli a curarsi in modo naturale. Un professionista olistico non vi spinge a interrompere le cure ma piuttosto vi invita a supportare la medicina occidentale con le pratiche olistiche migliori per voi, così da raggiungere prima il vostro equilibrio.

La medicina olistica ha uno scopo prevalentemente conservativo e preventivo, ecco perché un professionista vero non vi spingerebbe mai a interrompere le cure mediche promettendovi guarigioni miracolose.

Con questo non intendo dire che in alcuni casi è possibile provare a star meglio in modo naturale, ma solo quando non si entra nel settore patologico o dove l’unico modo per tornare in salute per esempio è assumere antibiotici o farmaci specifici.

I concetti base e i benefici delle terapie olistiche

Come potete vedere tra poco esistono tantissime terapie olistiche e ognuna ha regole proprie. Tutte quante però hanno in particolare una cosa in comune. Far raggiungere alla persona il benessere a livello globale. Significa che deve esserci unione tra corpo, mente, spirito ed energie. Ma anche unione con l’ambiente e la società.

Grazie alla medicina olistica si raggiunge un primo, importantissimo traguardo. Il relax. Allontanare lo stress e rilassarsi è il primo passo verso una bella vita, libera da tanti meccanismi dannosi.

Per riassumere i concetti base visti fin’ora:

  • Le discipline olistiche hanno lo scopo di equilibrare tutti i piani dell’essere umano
  • Aiutano a gestire lo stress
  • Non intervengono sui sintomi della malattia ma sulla causa energetica, lavorano perciò alla radice del problema
  • Nessuna terapia olistica si prefigge lo scopo di sostituire la medicina tradizionale ma la affianca
  • Grazie a queste terapie è possibile agire in via preventiva e conservativa della salute.

Elenco delle terapie olistiche

  1. Agopuntura

    L’agopuntura è una terapia molto antica e fa parte della medicina tradizionale cinese. Lo strumento principale sono aghi sterili inseriti in punti specifici del corpo così da ripristinare il benessere. Il concetto alla base è quello dell’energia che ristagna e impedisce perciò una corretta circolazione del qi. La conseguenza è il manifestarsi di alcune malattie o problemi. E’ una delle poche discipline regolamentate in Italia e può essere svolta solo da persone che hanno la laurea in medicina.

  2. Aromaterapia

    Come indica il nome stesso, nell’aromaterapia vengono utilizzati gli oli essenziali. Lo scopo è quello di curare piccoli problemi di salute e in più in generale raggiungere il benessere e mantenere la salute. Agisce a livello fisico, spirituale e mentale. E’ una tecnica antica, risalente al 2000 a.C. I principali campi coinvolti sono quelli dell’emotività, del sistema immunitario e quello endocrino. E’ indicata per vari disturbi della pelle e, se usata in combinazione con i massaggi, per migliorare la circolazione sanguigna e linfatica.

  3. Medicina ayurvedica

    Nella medicina ayurvedica si rispetta il concetto base di terapie olistiche. Cioè occorre essere in armonia con la natura e con se stessi. Ancora una volta è sull’energia che dobbiamo lavorare. Sono tre gli elementi che governano l’uomo: vata, pitta e kapha. La medicina ayurvedica è composta da una serie di pratiche e comportamenti. Si parte dall’alimentazione, si passa attraverso lo yoga, la meditazione e si arriva al famoso massaggio ayurvedico. Lo scopo della medicina ayurvedica è di promuovere la longevità, prevenire le malattie e conservare la salute. La pratica in Italia e nel resto dell’Unione Europea è regolamentata e solo i medici qualificati possono svolgerla.

  4. Reiki

    Le origini del Reiki sono ancora incerte. Tuttavia si tratta di un’antica disciplina dove l’operatore Reiki diventa un canale per trasmettere l’energia universale alla persona trattata. Un’energia che non deve in alcun modo essere diretta perché agisce dove c’è bisogno. Può essere usato appunto per trovare il proprio equilibrio e combattere una serie di piccoli problemi. Il Reiki attualmente viene svolto anche in alcuni ospedali italiani come tecnica di rilassamento.

  5. Tapping

    Nato nel 1995, il Tapping o EFT (Emotional Freedom Technique) è una tecnica nuova in Italia e poco conosciuta. Serve a sollecitare alcune parti del corpo così da sbloccare quelle energie stagnanti che poi, come abbiamo già visto, possono interferire negativamente sul corpo e sulla mente. Si basa infatti sul principio stesso dell’agopuntura. Può essere usata per esempio contro l’ansia, gli attacchi di panico, difficoltà di comunicazione, rabbia che non esce e dipendenze.

  6. Cristalloterapia

    La cristalloterapia usa i cristalli per raggiungere uno stato di equilibrio psico fisico. Stimola l’energia dell’individuo attraverso le sue vibrazioni. Con la cristalloterapia si interviene sui chakra e sull’aura principalmente. E’ particolarmente utile perciò al fine di rimuovere i blocchi energetici, intervenire su disturbi come ansia, mal di testa e insonnia.

    Loading...
  7. Pranoterapia

    Nella pranoterapia il terapista trasferisce energia al soggetto così da ristabilire l’equilibrio. Il flusso energetico viene trasmesso grazie alle mani che non entrano in contatto con il corpo. Può sembrare all’apparenza simile al Reiki ma le due tecniche sono in realtà molto diverse. Nella pranoterapia l’operatore usa la propria energia mentre nel Reiki quella universale. Tra i benefici riscontriamo un profondo senso di rilassamento e migliore gestione del dolore.

  8. Cromoterapia

    Nella cromoterapia vengono usati i colori per trattare diversi disturbi di natura psichica e fisica. Le vibrazioni dei singoli colori portano equilibrio energetico perché vanno a stimolare gli atomi nelle cellule. Molti dei suoi principi si fondono con quelli della cromopuntura e della fototerapia. La luce e i colori influenzano tanto il corpo e secondo i cromoterapisti possono portare benefici a livello fisico. Non solo perciò agiscono sullo stato d’animo ma anche sul sistema immunitario, la circolazione sanguigna etc.

  9. Fiori di Bach

    I fiori di Bach non intervengono sul piano fisico ma solo su quello emozionale. Perciò sulle paure, la fobia, lo stress, le ansie etc. Sono 38 rimedi floreali scoperti dal dottor Edward Bach e servono a riequilibrare le emozioni. Possono essere assunti singolarmente oppure combinati. Se cercate un bravo floriterapista sappiate che esiste un Registro italiano Floriterapeuti. Tuttavia, salvo pochi Paesi Europei, non è riconosciuto come titolo.

  10. Omeopatia

    L’omeopatia utilizza i preparati omeopatici, sostanze con dosi infinitesimali di quelle sostanze che potrebbero provocare il medesimo disturbo in un soggetto sano. Questo stimola la persona a vincere il problema. Ogni paziente, in base alle sue caratteristiche, riceve la prescrizione del farmaco più adatto. Dimostra proprio l’importanza dell’approccio umano verso la persona. Sono tantissime le persone in Italia che si curano con l’omeopatia, tuttavia non esiste una legislazione a riguardo.

  11. Riflessologia

    La riflessologia plantare e quella facciale sono tra le tecniche olistiche più apprezzate. E’ particolarmente indicata per dolori comuni come il mal di schiena, il mal di testa, l’insonnia, lo stress, la cistite, l’ansia. Attraverso la stimolazione di precisi punti del palmo dei piedi, della mano o del viso si ottengono dei benefici su tutto l’organismo. L’obiettivo è di portare l’equilibrio e sbloccare le energie.

  12. Massaggio Shiatsu

    E’ una tecnica orientale di digitopressione molto famosa in Italia. Nel massaggio shiatsu vengono stimolati diversi punti lungo i meridiani così da riequilibrare l’energia e di conseguenza il corpo. I benefici li sentite soprattutto se soffrite di stati ansiosi e di stress ma può essere d’aiuto anche in caso di problemi alle articolazioni, la testa, il collo etc.

  13. Talassoterapia

    La talassoterapia è l’arte di curare attraverso gli elementi marini, prima di tutto l’acqua, i fanghi e le alghe. L’idea alla base è che acqua di mare e plasma umana sono tra di loro simili, perciò quando una persona di immerge nell’acqua ne assorbe gli oligoelementi ristabilendo l’equilibrio. Potete eseguire questi trattamenti in diverse strutture spesso vicino al mare dove potete fare pediluvi e passeggiate nell’acqua. E’ indicata per i disturbi metabolici e circolatori, ma anche per migliorare la salute della muscolatura e della mente. Non è da sottovalutare poi il beneficio per la mente, aiuta a superare gli stati depressivi e post traumatici.

  14. Arteterapia

    L’arteterapia non è una tecnica unica ma piuttosto un insieme di tecniche artistiche, come la danza e il teatro, utile al recupero del soggetto e la sua crescita. E’ una forma di sostegno non verbale che usa il processo creativo per aiutare l’individuo a raggiungere il suo stato di benessere.

  15. Pet therapy

    La pet therapy si basa sull’interazione tra animali e uomo. Gli animali è stato ampiamente dimostrato che migliorano la vita delle persone, rilassano e mettono in circolo una serie di emozioni positive. Gli animali si relazionano con le persone in modo semplice, senza pregiudizi. Ecco che il paziente riesce a relazionarsi con il cane, il gatto o il coniglietto in modo sereno. E’ utile in caso di schizofrenia, depressione e anche insonnia.

  16. Kinesiologia

    Secondo la kinesiologia una buona postura sta alla base del benessere fisico. Lo stesso discorso vale per il sistema scheletrico e il sistema muscolare. Ecco perché la tecnica consiste proprio nella manipolazione fisica dei muscoli e dei punti riflessi del corpo, tenendo in considerazione tutto ciò che riguarda i meridiani dell’agopuntura. Agisce sui muscoli antagonisti così da rafforzare l’equilibrio.

  17. Musicoterapia

    Nella musicoterapia gli strumenti utilizzati sono i suoni, il canto, la musica. Diventano perciò i principali canali di comunicazione non verbale che consentono al paziente di entrare in contatto con il terapista in modo diverso. Tra i disturbi più comunemente trattati con la musicoterapia troviamo la depressione, la psicosi e la dislessia.

  18. Naturopatia

    Per diventare naturopata occorre seguire un percorso formativo di almeno tre anni. Perciò se volete avvicinarvi a questa pratica, assicuratevi di rivolgervi a persone realmente competenti. Come tutte le tecniche olistiche vede l’individuo nella sua totalità e complessità. Ai avvale di diversi metodi come l’aromaterapia, la cristalloterapia, i fiori di Bach, la riflessologia plantare, lo Shatsu etc. La naturopatia è una tecnica di auto guarigione e serve a trovare serenità e benessere.

  19. Osteopatia

    L’osteopata è lo specialista di riferimento se state pensando di provare con l’osteopatia. Non ci sono riconoscimenti ufficiali in merito per il momento, non in Italia almeno, ma devono essere iscritti al Registro degli Osteopati. E’ una tecnica manipolatoria consigliata soprattutto per i problemi muscolo scheletrici come le lombalgie, la sciatica, le fasciti, il torcicollo e le tendiniti.

  20. Theta Healing

    Il Theta Healing® è una tecnica energetica che sfrutta le onde Theta per guarire il corpo, la mente e lo spirito. Le onde Theta sono prodotte dal cervello durante l’ipnosi, le prime fasi del sonno e durante uno stato di meditazione profonda. E’ stata Vianna Stibal a scoprire questa tecnica e spiega come l’attivazione di queste onde celebrali durante lo stato meditativo permettono di accedere all’energia sorgente, quella dell’universo. Potete usarla per esempio per alleviare lo stress e il dolore ma anche per lavorare sul subconscio.

  21. Reconnective Healing

    La Reconnective Healing® è una tecnica di riequilibrio energetico riconnettivo. Lo scopo è di indurre a un cambiamento così da migliorare la propria vita sotto ogni sfera. Collega l’essere umano all’Universo e all’Essenza vera.

    Con questa riconnessione in pratica si avvia una guarigione grazie a delle frequenze evolutive. Sembra che diversi risultati positivi sono stati ottenuti per disturbi più o meno importanti. Dalle vene varicose fino alla sclerosi multipla.

Esistono tante altre discipline olistiche come per esempio la dermo riflessologia, l’iridologia, il pranic healing, la psicologia olistica, il mindfulness, la bio energetica, la danzaterapia, la vinoterapia, il tantra, lo yoga etc. Alcune sono catalogate impropriamente discipline olistiche ma ormai è un termine che abbraccia tante pratiche ed è stato più o meno accettato dagli esperti del settore.

Evoluzione Collettiva Copyright © 2015-2019. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Potrebbe Interessarti

Loading...

Potrebbe Interessarti

23 Condivisioni

Leave a Reply