Cosa succede dopo la morte? Testimonianze e teorie

Cosa succede quando si muore? Cosa accada dopo la morte è sempre stato misterioso per l’Uomo, che ha cercato nella fede e nella dualità Paradiso/Inferno, Santi/Dannati una spiegazione non razionale.

Oggi, si sa cosa succede quando si muore per le testimonianze di chi vive questa esperienza e riesce a tornare indietro per raccontarla. In più, la scienza ha rivelato cosa succede poco prima di morire al corpo, ma non sempre si riesce a decifrare ciò che i testimoni dicono di aver visto.

Cosa accade all’anima quando si muore?

Cosa succede dopo la morte

Il Dr. Michael Newton, psicologo specializzato in ipnoterapia, ha sottoposto i suoi pazienti a sedute di ipnosi per far emergere in loro eventuali traumi del passato, vissuti nelle loro vite precedenti.
Scoprì ben presto che era in grado di portare le persone indietro nei ricordi, non solo in questa vita, ma era in grado di far riemergere nelle persone fatti ed episodi avvenuti in altre vite passate.

Nei suoi libri Journey of Souls e Destiny of Souls (che insieme hanno venduto oltre mezzo milione di copie), il Dr. Newton condivide casi di studio che ha raccolto negli anni quando, attraverso le sue terapie, le persone potevano andare indietro nei ricordi e percorrere i viaggi delle loro anime.
Sorprendentemente, tutti hanno detto esattamente le stesse cose, e coincidono anche con tantissimi racconti di persone che hanno vissuto episodi di pre-morte.

Qui sotto sono descritte le 7 cose che, secondo le analisi e lo studio del Dr. Newton, accadono nel momento in cui si muore:

    1. Flash della propria vita

      2-sette-cose-morte
      Cosa si sente quando si muore e cosa si vede? La mente rivive i momenti salienti della propria vita. Per questo motivo, si possono vedere gli amici o i parenti che ormai non ci sono più. Questo può essere un modo per “preparare” l’addio dell’anima al corpo, ma c’è di più.

      Il cervello resta attivo per pochissimo tempo, mentre il corpo sta morendo. Questo significa che si è del tutto consapevoli di quanto sta succedendo. Il passaggio diventa più sereno nel vedere i propri cari accanto, persone che hanno già affrontato la morte.

    2. Si può vedere il proprio corpo

      3-sette-cose-morte
      Molti testimoni affermano di aver visto il proprio corpo mentre si era in una posizione sopraelevata, ovvero come se fossero già anima e avessero già abbandonato il corpo. Quindi, quando ci si chiede “Cosa succede quando si muore in casa?”, probabilmente, quando l’anima sarà già andata via dal corpo fisico, si potrà vedere il corpo stesso disteso e gli oggetti di uso quotidiano intorno, senza la possibilità di poterli toccare o di provare sensazioni.

      In alcuni casi, i testimoni hanno raccontato di sentirsi arrabbiati e rancorosi. Uno stato d’animo che dovrebbe passare una volta vista la luce. Cosa si sente quando si sta per morire? Assolutamente nulla. Anzi, chi è tornato indietro dopo alcuni minuti di morte fisica ha dichiarato che è come dormire, quando ci si ritrova nella fase REM. I dolori spariscono del tutto, accanto al buio.

      Questo è cosa succede quando si muore di cancro o di tumore, oppure quando si muore di infarto. In quest’ultimo caso, tutto avviene nel giro di pochi secondi. Segue il distacco dal corpo e la luce.

    3. La Luce

      4-sette-cose-morte
      Molti vedono un tunnel buio nella primissima fase di passaggio. In un secondo momento, accade di vedere una luce che man mano si avvicina e ci si sente attirati da essa. Le sensazioni, però, non sono negative. Ci si sente amati, il dolore svanisce, un senso di pace e di tranquillità pervade il tutto. Ci si sente come tornati a casa da un lungo viaggio. Questa sensazione colpisce molto soprattutto chi ha rischiato di morire in ospedale e, a causa della malattia, provava disagio con le luci utilizzate per le terapie.

    4. Si vedono i parenti morti

      5-sette-cose-morte
      Cosa significa vedere i parenti morti? Di solito, questi si vedono nei flash della vita passata, ma, dopo aver attraversato la luce, ci si sente come se ci fosse una “riunione di famiglia”. Non è detto che siano persone che conoscete, ma potrebbero essere parenti appartenenti a vite precedenti. Nonostante questo, saranno riconoscibili e si ricorderanno anche i nomi.

      Loading...

      Si dice che le anime avanzate, che hanno vissuto molte vite, non hanno necessariamente parenti che li accolgono, perché capiscono che cos’è il mondo dello spirito e ci sono passati attraverso molte volte. Si dice nei libri che le anime avanzate, a volte, saltano questo passaggio, perché non è necessario per loro.

    5. Angeli Custodi e Spiriti Guida

      6-sette-cose-morte
      Ognuno di noi ha il proprio angelo custode, o “spirito guida”, a seconda di quale termine preferisce utilizzare. Questi spiriti aiutano a vivere meglio la vita e sono di consolazione durante il momento dell’addio.

      Cosa accade quando si muore allo spirito custode? Dopo qualche esperienza nei regni celesti, il dovere chiama. La tua guida è stata con te e ti ha guardato per tutta la vita, e ora vuole andare oltre e guardare alcune cose con te. È il momento di prendere la “pagella” della vita che hai appena vissuto…

    6. Il fashback della propria vita

      7-sette-cose-morte
      Si fa una sorta di bilancio della propria esistenza. Per alcuni, questo bilancio viene poi giudicato con gli spiriti guida, per capire quanto l’anima sia migliorata o peggiorata dopo il tempo trascorso sulla Terra. Se il bilancio è positivo, si potrà vivere una nuova vita, altrimenti si dovrà aspettare molto prima che questo avvenga. Cosa succede dopo la morte al corpo è chiaro: i vari tessuti si decompongono, fino alle ossa e alla cenere. Per l’anima, la situazione è molto diversa.

    7. Alcune anime non vogliono tornare

      Cosa accade quando si muore?
      Quando si è vissuta la vita ultraterrena, ci si sente invasi da un’enorme senso di pace e amore. Non si vuole tornare indietro. Non esistono: dolore, sofferenza, preoccupazioni, stress, vincoli. Purtroppo, però, reincarnarsi è necessario. Si può tornare volontariamente per aiutare altre anime sulla terra, ma potrebbe anche essere necessario tornare per alleviare il Karma, o si può scegliere di tornare per evolversi di più come anima e sperimentare la ricchezza della vita.

Il Dr. Newton sottolinea di tenere a mente che tutto questo è quello che migliaia di persone hanno riferito sui loro ricordi ed esperienze dell’aldilà, e che queste conclusioni sono state tratte da quarant’anni di lavoro professionale su cosa accade quando si muore.
Egli crede con fiducia nella realtà di un tale processo. Detto questo, aggiunge inoltre, che ci sono persone che riferiscono, invece, di andare in regni che ricordano l’inferno dove vedono demoni e altre brutte cose.
Non si possono chiudere gli occhi davanti alla realtà dei regni oscuri solo perché possono spaventarci.

Anche se il dottor Newton non ha riferito di tali risultati, molte persone che hanno vissuto esperienze di pre-morte, testimoniano di aver vissuto momenti spaventosi nei quali venivano scoraggiati nel perseguire cattivi comportamenti e questo li ha ispirati a migliorare la propria vita.

Cosa ci attende quando si muore

La cosa fondamentale da trarre da questo articolo è che non siamo soli, che c’è sempre qualcuno al nostro fianco che si prende cura di noi e che siamo infinitamente amati e protetti.
Non c’è la morte, ma solo la transizione.
Si arriva a riunirsi con le anime dei propri cari e godere di regni magici.
Ci attendono pace, amore e serenità, ma anche delle responsabilità, poiché il destino dell’anima è legato al comportamento come essere umano in questa vita.
Questa sarà per qualcuno una buona notizia, mentre per altri potrebbe essere uno spunto per migliorare se stessi.

In entrambi i casi, dovremmo porre a noi stessi le seguenti domande:
Come sto trattando le altre anime in questo mondo?
Che cosa sto facendo per aiutare me stesso e le persone intorno a me per evolvere?

Cosa accade quando si muore allo spirito? Ci si ritrova, si fa il bilancio della propria vita e si ritrova se stessi, pronti per un nuovo viaggio. Quindi, va vissuto con la serenità di ritrovare i propri cari nell’aldilà, ma anche di non lasciare soli coloro che amiamo.

Evoluzione Collettiva Copyright © 2015-2018. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Potrebbe Interessarti

Loading...

Potrebbe Interessarti

#morte #anima #spiritualità #evoluzionecollettiva
8K Condivisioni

6 Comments

  1. Giuseppe Di Figlia 21 gennaio 2015
  2. Tu Sei Luce 7 febbraio 2015
  3. Orleide 25 febbraio 2015
  4. Vincenza 20 aprile 2018
    • Lilly 8 giugno 2018
  5. Gerber hans 30 giugno 2018

Leave a Reply