Umidità in casa: rimedi pratici per eliminarla

Loading...

Le case sono soggette a molti problemi. Tra questi non possiamo escludere l’umidità in casa che è una delle cose più comuni in cui potete imbattervi. Quando cercate casa infatti, sia da comprare sia in affitto, una delle prime cose che dovete domandare e assicurarvi è se c’è l’umidità e la muffa. Questo perché sono problemi difficili da mandare via e non solo richiedono tempo ma anche un discreto investimento economico.

L’umidità appunto non è per niente piacevole e nel lungo periodo causa problemi sia alla casa che sopratutto a voi. Si, in termini di salute vivere all’interno di un posto umido è veramente sconsigliato. Vediamo quali sono le cause e le conseguenze di questa particolare condizione facile trovare in moltissimi appartamenti. Subito dopo passiamo ai rimedi pratici per eliminare l’umidità in casa o quanto meno cercare di contenerla.

Umidità nella case: le cause

Per risolvere il problema è opportuno capire prima cos’è che porta ad avere l’umidità in casa. La verità è che può avere vari motivi per cui fa la sua comparsa. È importante anche non far passare molto tempo, consigliamo infatti di agire il prima possibile. L’umidità causa la muffa e questa è ancora più noiosa da eliminare oltre che pericolosa per la salute. Ma scopriamo adesso le cause dell’umidità.

  • Mancanza di ventilazione. Una stanza che non viene ben ventilata può favorire la comparsa dell’umidità. Se poi l’ambiente è già predisposto, allora è questione di tempo e neppure molto! Ci sono case che hanno bisogno di essere ventilate da mattina a sera, tanto in inverno quanto in estate. Ovvio che si parla di situazioni parecchio scomode.
  • Materiali di costruzione. Specialmente nelle case vecchie il pericolo muffa e umidità è alto. Proprio per questo sono sempre necessari tanti lavori e cosa più importante attenzione durante la scelta della casa, affitto o acquisto che sia. In questo caso si parla soprattutto di umidità da risalita, la quale si riconosce dalla presenza di muri bagnati e la formazione dei sali sulla parete, comunemente nota come “barba dei muri”.
  • Clima. Sfortunatamente il clima è un’altra causa che può dare origine al problema. Con il clima possiamo aggiungere di pari passo anche il terreno. Appartamenti costruiti in zone che un tempo erano paludose, dove c’erano acquitrini o corsi d’acqua sotterranei danno appunto le spiacevoli situazioni di cui stiamo parlando adesso.
  • Perdite. Alcune volte non si riconosce subito il problema ma la muffa e l’umidità sono provate dalle perdite idrauliche. Occorre quindi capire se è questo il caso e intervenire subito.

Umidità nella case: le conseguenze

Un po’ di umidità se presa in tempo non è così problematica. Ma dovete sapere che il “tempo” è proprio la chiave di tutto. Per esempio se avete una casa umida e non fate niente per risolvere il problema. Nel giro di 1 mese potete già trovarvi in una situazione cinque volte peggiore. Quindi umidità in percentuali altissime e muffa, quest’ultima poi è veramente una scocciatura perché richiede trattamenti specifici per essere eliminata e non è detto che non possa tornare! Tuttavia vi mostriamo alcune conseguenze dovute proprio dall’umidità.

  • Problemi respiratori. L’umidità e sopratutto la muffa possono causare problemi che riguardano la salute. In genere difficoltà respiratorio e addirittura asma. Quando una casa è umida può presentarsi tosse, raffreddore e mal di gola ricorrente.
  • Allergie. Si parla di allergie alla muffa e agli acari, quest’ultimi si moltiplicano a dismisura nelle case con muffa e umidità. Possono presentarsi per esempio delle allergie cutanee, lacrimazione intensa…
  • Infezioni interne. La presenza di muffa e di umidità in casa è particolarmente rischiosa soprattutto per chi ha già un sistema immunitario indebolito. Può infatti causare la comparsa di infezioni fungine interne potenzialmente letali.
  • Cattivo odore. Il cattivo odore rimane in tutta la casa. Da una stanza poco a poco si espande continuando così a crescere e a far aumentare il problema.
  • Indumenti da buttare e non solo (perché aggrediti dalla muffa). I tessuti di vario genere tra cui anche il materasso, le lenzuola, i cuscini, le scarpe, i giacchetti etc. Dite pure addio a tutta questa roba. La muffa colpisce indistintamente.
  • Ambiente freddo. Quando un ambiente è umido è anche freddo. Perciò c’è sempre quella sensazione di umido nelle ossa davvero fastidioso che porta a dover tenere sempre il riscaldamento acceso, con un consumo elettrico superiore alla media.

Rimedi naturali contro l’umidità in casa

Non è facile dare un responso sulla validità dei rimedi naturali contro l’umidità. Questo perché è importante vedere la situazione di ogni casa qual è. Ovvero in alcune circostanze può essere sufficiente far arieggiare il locale, in altre potete anche fare uso di tutti i rimedi naturali esistenti ma ottenere ben pochi risultati. Dunque, va vista caso per caso!

Affidatevi comunque a degli esperti del settore. La muffa in casa è un pericolo serio ed è bene agire con trattamenti profondi e idonei. Spesso si manifesta per dei problemi strutturali e occorre arginarli. I rimedi naturali di base sono utili più per gestire la situazione e non come rimedio definito.

Questo perché è raro risolvere il problema al 100% senza fare dei lavori o trattamenti, anche perché in genere si parla sempre di case vecchie o realizzate con materiali scadenti e quindi che non danno una buona copertura contro l’umidità.

Adesso vi mostriamo i rimedi naturali che potete mettere in atto:

  • Aprire le finestre. Fate sempre circolare l’aria. Una stanza che non viene colpita dal sole e che rimane esposta all’umidità ha bisogno di tanta aria. Il ricambio deve essere giornaliero e durare delle ore. Fatelo più tempo possibile, soprattutto in camera da letto, cucina e bagno.
  • Sale grosso negli angoli della casa. Il sale grosso potete metterlo anche in punti alti, come sopra gli armadi quattro stagioni. Viene consigliato sopratutto negli angoli che sono le zone generalmente più a rischio.
  • Acqua e aceto. Questo è un rimedio naturale che copre l’odore e aiuta a combattere l’umidità. Vi serve un erogatore, così che la soluzione possa essere spruzzata direttamente nella zona interessata dalla macchia. Ovvio che anche in caso di muffa lo potete utilizzare. Tuttavia se usate questo rimedio ricordatevi anche di far arieggiare la stanza.
  • Bicarbonato di sodio. Dovete usare il bicarbonato di sodio, lasciarlo agire bene e dopo toglierlo con una spazzola. Usatelo direttamente sulla macchia. Fate passare almeno 90 minuti prima della rimozione.

Infine cosa importante, quando è finita la lavatrice i panni non dovete per nessuna ragione stenderli all’interno della casa. Sempre fuori, in caso contrario può essere addirittura colpa vostra se compare l’umidità.

Evoluzione Collettiva Copyright © 2015-2019. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
Loading...

Leave a Reply