Tarli del legno: rimedi naturali fai da te

Da sempre l’uomo ha problemi con gli insetti e tra questi troviamo proprio i tarli del legno. Questi piccoli animali si nutrono della polpa del legno e possono diventare un vero problema all’interno di una casa. Anzitutto sono capaci di ridurre in pessime condizioni i vostri mobili e tra questi oggetti rientra (ovviamente) anche la mobilia costosa!

Il problema in realtà non riguarda solo i mobili e il loro valore. I tarli del legno sono pericolosi nel lungo periodo perché possono andare ad attaccare le eventuali travi presenti in casa e ciò può compromettere la sicurezza nell’abitazione, anche se i tempi sono davvero lunghi.

Potete utilizzare i rimedi naturali fai date contro i tarli del legno, in questo modo non dovete impiegare tutti quei prodotti chimici presenti in commercio. Per ottenere buoni risultati vi consiglio di agire il prima possibile. Non date tempo a questi insetti di crescere e continuare a moltiplicarsi! Possono infatti diventare numerosi e portarvi alla soluzione più costosa, la disinfestazione da tarli da parte di un professionista.

Rimedi naturali contro i tarli del legno

Prima abbiamo accennato alla sicurezza della casa, ma in che modo i tarli possono comprometterla? La questione è molto semplice, se i tarli cominciano ad attaccare le travi di legno (eventualità non poi così rara) nel tempo la struttura dalla trave stessa comincerà a essere sempre meno sicura.

Ovvio, non è una cosa che accade nel giro di una settimana, tuttavia vi conviene sapere che i trattamenti per proteggere le travi da questi insetti sono davvero costosi. In più c’è da considerare che generalmente sono poste molto in alto e questo vi obbliga a chiamare uno specialista anziché provarlo a fare da soli.

Per sconfiggere in modo risolutivo i tarli qualora fosse già avviata l’infestazione esistono una serie di trattamenti professionali. Se invece il problema è agli inizi, potete provare a intervenire con questi rimedi naturali!

  1. Agrumi

    Con le bucce degli agrumi potete ottenere un rimedio naturale anti-tarli. Va bene tutta la frutta di questo genere, quindi si alle arance, i limoni, i pompelmi etc. non dovete fare altro che far essiccare le scorze al sole. Ovviamente è suggerito nella bella stagione, quando le temperature vi facilitano in questo processo. Quando le bucce saranno pronte, dovete ridurle in pezzetti non necessariamente uguali.Dopodiché prendetele e conservatele dentro dei sacchettini, anche quelli da confetti vanno bene. L’odore funzionerà da repellente, potete posizionarli un po’ dove meglio desiderate. Quindi all’interno dei comodini, dentro il mobile quattro stagioni, nella dispensa etc.

  2. Aglio e cannella

    L’aglio e la cannella sono due alimenti utilissimi per il corpo umano, sono capaci infatti di fornirci numerose proprietà. Tuttavia contro gli insetti (tra cui i tarli), si dimostrano ottimi come repellenti. Potete utilizzarli assieme per ottenere il massimo dei benefici! Generalmente li dovete riporre all’interno dei sacchetti, proprio come avviene nel metodo precedente con gli agrumi. Per la cannella usate pure quella in polvere, mentre per l’aglio bastano alcuni spicchi. Se preferite potete anche posizionarlo interno, c’è appunto chi lo fa. I sacchettini li potete mettere dove avete notato il problema. Se avete i tarli fuori da casa, potete mettere anche delle pianta d’aglio nel giardino.

    Loading...
  3. Oli essenziali

    Tra i rimedi naturali anti-tarli potete trovare anche gli oli essenziali. Questi prodotti sono noti da tempo per la cura della persona e per l’uso domestico. Ebbene essendo appunto versatili si prestano anche come prodotti repellenti contro gli insetti. A tale proposito potete quindi utilizzare tutte l’essenze a base di agrumi come l’olio essenziale di mandarino, di limone, d’arancia… un altro ottimo alleato sembra essere l’essenza di patchouli.
    Anche la lavanda è indicata! L’utilizzo è comunque davvero semplice, dovete versare 2 gocce su di una garza di cotone. Questa la posizionate nei mobili o nelle zone in prossimità del problema. Le potete appendere anche sulle travi di legno. Tale rimedio è sempre lo stesso quando impiegate gli oli essenziali.

  4. Chiodi di garofano e arancio

    I chiodi di garofano sono perfetti per profumare l’ambiente e anche utili contro i tarli. Potete appunto utilizzarli come rimedio contro questi fastidiosi, oltre che dannosi, insetti. Per aumentare l’effetto di questa pianta, potete unire l’azione dell’arancio. Quindi non dovete fare altro che mettere un po’ di buccia essiccata nel sacchetto con i chiodi di garofano e successivamente posizionare il rimedio dove più indicato.

Tarli del legno: alcune cose da sapere

I tarli sono piccoli insetti che mangiano appunto il legno e possono attaccare praticamente tutto ciò che è composto da questo materiale. Quindi travi, pavimenti, mobili antichi etc. Non sono affatto carini da avere in casa e, come già menzionato, possono compromettere la sicurezza dell’appartamento.

Il tarlo adulto depone le uova all’interno delle insenature nel legno da lui create. Queste una volta schiuse sono larve, quindi dei vermi che infestano casa vostra! Sopratutto quando colpiscono le travi spesso possono anche cadere a terra o comunque sopra qualunque cosa che si trova sotto di loro. Quindi potete capire il disagio se magari vi cadono sul frigorifero o in altre zone della casa.

Dunque le uova sono deposte dal tarlo adulto, in poche settimane diventano appunto larve. Questi esseri prima di tramutarsi nella “pupa” possono impiegare anche molti mesi. In questo periodo il legno viene attaccato tantissimo! Da pupa diventa adulto e lì riparte il ciclo produttivo con le uova e tutto il resto. In pratica una situazione terribile. Agite subito il prima possibile, se avete una casa con travi in legno o avete molti mobili dello stesso materiale, ricordatevi di controllare spesso.

Evoluzione Collettiva Copyright © 2015-2019. Tutti i diritti riservati.


Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
Loading...

Leave a Reply