Retrazione gengivale: rimedi naturali per stimolarne la crescita

La retrazione gengivale, o recessione gengivale, si verifica quando la gengiva si sposta o si riduce, arretrando. Così, i denti appaiono allungati e l’effetto estetico è un disastro. Il problema è che le gengive ritirate fanno malissimo e si gonfiano, creando ulteriori disagi. Infatti, quello spazio “in più” diventa il preferito dei batteri, che possono portare gengiviti, alito cattivo, dolore e infiammazione. Nei casi più gravi si perde il dente.

Recessione gengivale: sintomi

La recessione gengivale si presenta gradualmente. Per questo, spesso non si fa caso ai primi sintomi o segnali, che invece sono molto importanti. Ecco quali sono per scoprire come prevenire la retrazione gengivale:

  • Ipersensibilità. Si tratta del primo segnale. Si mangia qualcosa di troppo freddo o di troppo caldo e subito si sente un dolore persistente, che si può sentire anche quando ci si lava i denti.
  • Dolore. Il dolore si presenta esattamente nel punto dove la gengiva si sta ritirando.
  • Denti più allungati o più grandi, effetto ottico e non solo che si presenta per via delle gengive ritirate.
  • Processi cariogeni. Una carie non curata, ma anche una gengivite pregressa, possono portare, a lungo andare, anche a questo problema.
  • Alitosi. Come avviene per la gran parte delle infiammazioni dentali, l’alito cattivo è il primo segnale.
  • Gengive rosse che sanguinano.
  • Problemi a tenere i denti fermi e quando si mastica.

Di solito, la recessione gengivale colpisce dai 40 anni in su, ma ci possono essere segnali anche da adolescenti.

Cause della recessione gengivale

Oltre alle cause genetiche, che coinvolgono una piccola percentuale di casi e su cui si può fare poco, le altre cause sono facilmente arginabili con le buone abitudini. Per esempio, il fatto di non prendersi cura dei denti è un fattore di rischio per le gengive ritirate.

Anche il contrario è sbagliato. Spazzolare con troppa fretta o forza i denti significa rovinarli e renderli più sensibili. Alcune persone sono sensibili a ingredienti che si trovano nei dentifrici, come il sodio laurilsolfato. Si tratta di un elemento che fa molta schiuma e che è molto aggressivo sui denti.

Anche gli sbiancanti non naturali possono essere un disastro per chi soffre di gengive ritirate. La parodontite è un’altra causa scatenante: le gengive, colpite dalla malattia, sono più soggette a infiammazioni e alla retrazione gengivale. Nelle donne, gli squilibri ormonali possono portare a denti e gengive più fragili. Infine, masticare tabacco o il fumo fanno dei danni irreparabili ai denti. Chi soffre di bruxismo sa bene cosa vuol dire avere gengive che sanguinano, primo segnale della retrazione gengivale. Anche fare un piercing significa esporre la bocca a infezioni: per questo, considerala come causa anche della recessione gengivale.

Come prevenirla

Una corretta igiene orale, l’assenza nella dieta di troppi elementi zuccherati e l’uso di prodotti naturali non aggressivi permettono di prevenire gli effetti delle gengive ritirate. Appuntamenti periodici dal dentista non bastano.

Per curare i denti ed evitare la recessione gengivale, utilizza lo spazzolino a 45 gradi e fai dei movimenti circolari molto delicati, dente per dente, rimuovendo così la placca. Poi, passa il filo interdentale, avendo cura di avere una distanza di 3 centimetri dalle estremità al punto dove il filo tocca i denti. Non avvicinarti mai alle gengive. Completa la procedura usando un buon collutorio alle erbe naturali.

Le gengive ritirate ricrescono?

Le gengive sono tessuti molli. Essi coprono i denti per proteggerli e farli rimanere al loro posto e coprono anche la radice dei denti. Se hai un problema con la retrazione gengivale la cosa fondamentale è che tu abbia una buona igiene orale e usi una (o più) di queste ricette per far crescere nuovamente la tua gengiva ritirata.

Recessione gengivale: cura e trattamento

Il dentista può intervenire rimuovendo la placca, il dente, oppure con un intervento chirurgico di autotrapianto delle gengive. Dipende quanto è grave la situazione. In caso di gravi infezioni, si devono usare i farmaci prescritti dal medico, ma se la situazione è a uno stato iniziale, si possono utilizzare rimedi naturali per gengive ritirate molto efficaci. Ecco quali sono.

Come bloccare la recessione gengivale: rimedi naturali

Queste sono alcune ricette da fare in casa che richiedono l’utilizzo di semplici ingredienti quali erbe e spezie.

Tè verde

Il tè verde ha una grande varietà di benefici per la salute. È ricco di antiossidanti, che combattono i radicali liberi e che aiutano a contrastare la parodontite, come le catechine. Questo antiossidante può rafforzare il collegamento tra i denti e le gengive. Le sue proprietà antinfiammatorie abbasseranno il gonfiore delle gengive che causano le malattie orali.

Come si usa: bevi ogni mattina 1 tazza di tè verde.

Aloe Vera

L’Aloe Vera, infatti, ha moltissimi benefici per la salute e la maggior parte di loro hanno proprio a che fare con i problemi della pelle. La ragione è che l’aloe vera ha molte proprietà anti infiammatorie e aumenta le capacità di riparazione. In caso di recessione gengivale, l’aloe vera combatterà l’infiammazione, agendo sulle cellule che sono molto importanti per la riparazione dei tessuti. Si eviteranno altre infezioni, grazie alle sue proprietà antibatteriche.

Come si usa: utilizza il gel di aloe vera direttamente sulla zona colpita. Si può usare come il dentifricio subito dopo aver lavato i denti. Basta usarlo per 5 minuti e sciacquare. Altrimenti, come collutorio, mischiando il gel con l’acqua.

Oil Pulling

Cos’è? Aiuta a trattare anche altre patologie orali ed è conosciuto soprattutto per la guarigione della cavità orale. L’olio di sesamo ha molti benefici per la salute e straordinarie proprietà anti infiammatorie. Riduce la formazione della placca e distrugge le tossine presenti nella cavità orale.

Come si usa: si scalda un pochino. Poi, dopo aver lavato i denti, si usa questo olio per i gargarismi. Fai questo per pochi minuti. Servirà un quarto d’ora per ottenere dei benefici reali, ma si potrà partire anche da 30 secondi/un minuto per il primo periodo.

Oltre all’olio di sesamo, si può usare nello stesso modo l’olio di cocco contro la retrazione gengivale.

Eucalipto

L’eucalipto contiene oli essenziali che hanno molti benefici per la salute. Più efficace dell’erba stessa, distrugge i germi e i batteri che vivono in bocca. Ha molte proprietà anti infiammatorie e aiuta a ridurre il gonfiore nelle gengive. Ricordati di diluire l’olio essenziale prima di metterlo sulle gengive. È davvero forte!

Come si usa: 1 o 2 gocce di olio essenziale di eucalipto con 1 o 2 cucchiai di acqua. Diluisci l’olio essenziale in acqua e immergi il tuo spazzolino da denti o il dito nell’olio. Applica sulle gengive e massaggia delicatamente, poi lava la bocca con acqua. Questo stimolerà la crescita di nuovo tessuto gengivale ed eviterai la recessione gengivale.

Loading...

Mirra

È possibile ottenere la resina dall’albero di mirra. Tale resina viene utilizzata per la cura e il trattamento di diverse malattie delle gengive e della bocca. Arresterà la recessione delle gengive e impedirà ulteriori danni.

Come si usa: utilizza la mirra in polvere. Combina la polvere di mirra con acqua e mescola fino a formare una pasta. Applica sulle gengive e massaggia bene. Questa operazione dovrebbe durare un paio di minuti e, se preferisci, puoi usare uno spazzolino da denti per completare questo metodo.

Olio di chiodi di garofano

Uno degli usi più comuni dell’olio di chiodi di garofano è prevenire il mal di denti. Molte persone non hanno familiarità con le proprietà disinfettanti dei chiodi di garofano. Riduce il gonfiore, elimina la placca e combatte le infiammazioni.
Dopo ogni pasto mastica un chiodo di garofano. Ricordati che l’olio di chiodi di garofano deve toccare ogni lato della bocca. Questo servirà anche per combattere i problemi di alito pesante. Se puoi cerca di utilizzare l’olio di chiodi di garofano, in quanto è più efficace del semplice masticare un chiodo di garofano.

Come si usa: Prendi 1-2 gocce di olio di chiodi di garofano e massaggia le gengive. Esegui questo metodo da una a tre volte al giorno. Precauzione: in caso di utilizzo di farmaci coagulanti, si prega di consultare il proprio medico prima di utilizzare questo metodo.

Limone

I limoni sono noti per le loro proprietà antisettiche e antibatteriche. Il limone può stimolare la crescita gengivale, inoltre combatte l’alito cattivo. I limoni sono un alimento acido, pertanto ricordati di non abusarne per non distruggere lo smalto dei tuoi denti. Non utilizzare l’olio di limone ogni giorno! Usalo una sola volta alla settimana. Se vuoi puoi prepararti tu stesso dell’olio di limone fatto in casa.

Come preparare l’Olio di Limone

Ingredienti:

  • Da ¼ a ½ tazza di olio d’oliva.
  • Da ½ a 1 limone appena spremuto.

Procedimento:

Mettere l’olio d’oliva in un barattolo e aggiungi il succo di limone. Copri bene e agita. Lascia il composto a decantare per un paio di settimane. Ricordati di scuotere il vaso ogni giorno. Dopo tre o quattro settimane è possibile utilizzare l’olio.

Come si usa: Applica po’ di olio di limone sulle dita e massaggia le gengive per un paio di minuti.

Esegui questa operazione non più di 2 volte in una settimana.

Come realizzare un collutorio naturale contro le gengive ritirate

Se utilizzi giornalmente un collutorio allora la tua bocca sarà priva di batteri e germi.

Se non desideri utilizzare i comuni collutori che si trovano sul mercato, ecco alcune ricette per preparare un collutorio fatto in casa.

Essi sono realizzati con alcuni oli essenziali.

  • Mescola 1 o 2 gocce di olio essenziale, come l’olio di salvia, menta piperita, chiodi di garofano o olio di tea tree e mescola con un ¼-½ tazza di acqua. Mescola bene e usalo ogni giorno.
  • Un altro buon modo per proteggere la bocca dalle infezioni è il perossido di idrogeno (acqua ossigenata). È molto forte quindi ricordati di diluirla con acqua.

Ricordati che l’utilizzo di un collutorio è molto importante! Utilizzalo almeno 2 volte al giorno: al mattino e alla sera.

Acqua, acqua e acqua

Sappiamo tutti che l’acqua è molto importante e bere molto può aiutare a mantenere le gengive sane. Ecco alcune ragioni per cui dovresti bere più acqua per mantenere le gengive sane:

  • Sbarazzarti delle tossine dalla bocca e dal tuo corpo. Potrai eliminare germi e batteri, ed eviterai la recessione gengivale.
  • Potrai tenere la bocca pulita. Se non ti è lavarti i denti dopo ogni pasto è possibile utilizzare l’acqua per pulire qualsiasi residuo di cibo venga lasciato sui denti e in bocca. Esegui dei gargarismi all’interno della bocca e se non ti è possibile sputare l’acqua puoi inghiottirla.
  • Mangia cibo sano. Il cibo sano e pieno di sostanze nutritive può migliorare la tua salute generale e rafforzare il sistema immunitario. D’altra parte, il cibo spazzatura aiuterà la proliferazione dei batteri in bocca e portare molte infezioni:
  • Mangia molta frutta e verdura cruda. Solitamente si consiglia quella ricca di vitamina C, perché è una vitamina molto importante per le gengive. Puoi ridurre l’infiammazione e aiutare nella rigenerazione delle gengive. Mangia molta ananas, fragole, arance, cavolfiori, asparagi, broccoli, asparagi, etc.
  • Riduci l’assunzione di zucchero ed evita bevande fredde. Sono la casa perfetta per i batteri.
  • Non consumare alcol, alimenti trasformati, caffeina e tutto ciò che è fatto con farina raffinata. Questi alimenti sono dannosi per la vostra salute in generale, nonché per la tua salute orale.

Consulta il tuo medico per altri eventuali consigli

Se il tuo corpo non ha tutte le importanti sostanze nutritive questo può comportare problemi orali e gengivali. Al fine di cambiare la situazione è necessario consultare il tuo medico e scoprire se è necessario aumentare l’assunzione di vitamine o altre sostanze nutritive importanti. I seguenti suggerimenti possono aiutarti a prevenire il problema della retrazione gengivale:

  • Calcio: è molto importante per la salute dei denti e delle ossa.
  • Vitamina C: rinforza il sistema immunitario ed ha molte proprietà anti-infiammatorie.
  • Ginkgo biloba: esso permetterà di migliorare la circolazione del sangue, che è cruciale per avere delle gengive sane.
  • Zinco: stimola il sistema immunitario e aiuta a combattere i batteri che possono causare infezioni e malattie orali.
  • Coenzume Q10: rinnova le cellule e aiuta nella crescita delle gengive ritirate.

Consigli utili contro la recessione gengivale

Ricorda:

  • Non eseguire una spazzolatura aggressiva.
  • Utilizza movimenti delicati e movimenti circolari, non spingere le gengive.
  • Utilizza uno spazzolino con testa piccola e setole morbide.
  • Il modo migliore per mantenere una buona igiene orale è l’utilizzo del filo interdentale e dello spazzolino dopo ogni pasto.
  • Se non riesci a farlo, allora dopo ogni pasto utilizza un collutorio naturale.

Evoluzione Collettiva Copyright © 2015-2018. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Potrebbe Interessarti

Loading...

Potrebbe Interessarti

#retrazionegengivale #gengive #rimedinaturali #evoluzionecollettiva
37K Condivisioni

Leave a Reply