Kundalini Yoga: posizioni e tecniche di respirazione

Esistono diverse tipologie di Yoga e diversi modi per praticarlo. Il Kundalini Yoga unisce movimento, respirazione e meditazione, stimolando l’energia divina che risiede alla base della nostra colonna vertebrale.

Si tratta di una forma di Yoga strutturale, spirituale e fisica, caratterizzata da movimenti rapidi e posizioni che richiedono un certo vigore. La totale compenetrazione di mente, spirito e corpo è il principio su cui si fonda il Kundalini Yoga, attraverso la via del fuoco.

Consigliato a chi desidera intraprendere un percorso olistico, il Kundalini Yoga dona energia e permette di prendere coscienza di se stessi e raggiungere un perfetto equilibrio tra corpo, mente e spirito. Conosciamo meglio quest’affascinante disciplina.

Cosa significa Kundalini

Nelle prime religioni orientali si credeva che ogni individuo possedesse energia divina alla base della colonna vertebrale. Secondo la cultura orientale, la Kundalini è l’energia divina che risiede in forma quiescente in ognuno di noi, rappresentata da un  serpente arrotolato su se stesso, posizionato alla base della colonna vertebrale.

In sanscrito, l’aggettivo kuṇḍali significa circolare, con riferimento alla rappresentazione grafica di tale energia vitale. Il suffisso –ini, invece, indica la componente femminile di tale energia. Con la pratica del Kundalini Yoga si risveglia questa energia latente, facendola risalire in tutto il corpo attraverso i sette Chakra.

Benefici del Kundalini Yoga

I benefici attribuiti alla pratica di questa tipologia di Yoga risalente a circa 20.000 anni fa sono innumerevoli. Oltre a purificare il corpo, il Kundalini Yoga:

  • rende più forti, vigorosi, agili ed energici;
  • migliora la respirazione ed il funzionamento del sistema cardiovascolare;
  • aiuta ad espellere le tossine;
  • rinvigorisce il sistema nervoso, digestivo, linfatico;
  • equilibra il sistema ghiandolare;
  • aiuta a calmare la mente grazie agli esercizi di respirazione, concentrazione e
  • meditazione;
  • favorisce un migliore controllo dell’energia mentale ed emotiva.

La pratica del Kundalini Yoga si è rivelata efficace per contrastare gli stati depressivi, ridurre l’ansia, risolvere conflitti interni anche molto profondi e fare fronte a situazioni di stress, cambiamento o conflitto con un atteggiamento più positivo. Pare anche che aiuti a migliorare l’energia legata all’attività sessuale.

Loading...

Respiro di Fuoco

Una differenza fondamentale tra il Kundalini e gli altri tipi di Yoga è la tecnica di respirazione. In questa disciplina è praticato il cosiddetto Respiro di Fuoco, una respirazione nasale corta e potente, che migliora il flusso sanguigno, purifica il sangue e favorisce l’eliminazione delle tossine.

Per familiarizzare con questa tecnica, sedetevi a terra con la schiena dritta e respirate con il naso. Nel Respiro di Fuoco, la fase di inspirazione e quella di espirazione hanno eguale durata, contrariamente a quanto accade nell’Hata Yoga, e non sono previste pause tra le due fasi.

La cassa toracica rimane ferma. È l’addome, in questo caso, a seguire il ritmo del respiro. Durante l’inspirazione, l’area addominale rilassata, mentre nella fase di espirazione la muscolatura viene contratta. In pratica, si “tira in dentro la pancia”.

Posizioni del Kundalini Yoga

Le posizioni del Kundalini Yoga mirano al risveglio dell’energia divina che risiede in ognuno di noi. Vediamo quali sono le più comuni.

Posizione della rana

Tra le asana del Kundalini Yoga troviamo la posizione della rana, con movimenti che riproducono quelli del piccolo anfibio. Per imparare questa posizione, appoggiate le mani e le ginocchia al pavimento, inclinate il capo verso il basso e concentratevi su un punto tra le mani, mantenendo la schiena tesa. Allargate le ginocchia, appoggiate i gomiti e gli avambracci a terra, e tornate alla posizione iniziale.

Stretch pose

Esercizio caratteristico del Kundalini Yoga, la posizione di allungamento o stretch pose prevede che le gambe vengano sollevate leggermente da terra e mantenute tese. Sdraiatevi supini e stendete le punte dei piedi. Accostate le braccia alle cosce, senza appoggiarle. Sollevate le gambe di qualche centimetro dal pavimento e mantenetele tese. Praticate il Respiro di Fuoco per un effetto calmante e rinvigorente.

Lezione di Kundalini Yoga

In genere, una sessione di Kundalini Yoga si suddivide in:

  • apertura, con pratica di pranayama;
  • recitazione di Adi Mantra e Mangala Charan Mantra;
  • esercizi di riscaldamento;
  • Kriya, con sequenza di esercizi e posizioni;
  • rilassamento nella posizione Savasana;
  • meditazione, per purificare i pensieri, rilassare la mente e direzionare l’energia
  • emozionale;
  • chiusura.

La Chiusura prevede il canto del mantra finale da recitare in lingua originale e la recitazione del mantra Sat Nam, da ripetere tre volte. Infine, si piega il busto in avanti in un profondo inchino.

Evoluzione Collettiva Copyright © 2015-2018. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Potrebbe Interessarti

Loading...

Potrebbe Interessarti

#kundaliniyoga #meditazione #salute #evoluzionecollettiva
338 Condivisioni

Leave a Reply