Kaizen: cos’è, regole e benefici

Coniato in Giappone negli anni Ottanta, il metodo Kaizen, basato sul cosiddetto principio di un minuto, aiuta a smettere di rimandare e dà l’input per iniziare a procedere un passo alla volta, in maniera graduale, nella direzione del risultato che si desidera raggiungere. Nella sua semplicità, si tratta di un metodo estremamente efficace.

Conosciamo meglio il metodo Kaizen.

Evolversi a piccoli passi e combattere la procrastinazione

Quante volte ti sei riproposto di cambiare stile di vita o iniziare a fare qualcosa di nuovo? Pensa, ad esempio, ai buoni propositi che sicuramente ti sei dato all’inizio dell’anno. Che cosa riguardavano? Che obiettivi ti eri posto per quest’anno? Scommettiamo che si trattava di qualcosa del tipo: “D’ora in poi mi impegnerò a seguire un’alimentazione più sana, farò esercizio fisico almeno tre volte alla settimana, mi iscriverò ad un corso di yoga, inizierò a fare meditazione, imparerò una lingua straniera e leggerò un libro a settimana.”

Non c’è anno nuovo che inizi senza una lista di buoni propositi, ma, a ben vedere, in pochissimi li portano a termine.

Perché non portiamo a termine ciò che noi stessi ci siamo riproposti di fare? Perché tendiamo a cercare scuse per rimandare di giorno in giorno. Procrastinare è nella natura umana. “Lo farò domani, è meglio se lo faccio il mese prossimo, lo farò entro tre mesi.”

Rimandare ad un altro momento è un’abitudine apparentemente innocua, ma potenzialmente pericolosa, che rischia di paralizzarti. Non riuscirai mai a portare a termine ciò che non hai ancora iniziato.

Il percorso per raggiungere un obiettivo, qualsiasi esso sia, inizia sempre con il primo passo. Cominciare a fare qualcosa di nuovo può essere difficile. La mansione può risultare inizialmente noiosa o complicata, si deve prendere familiarità con la nuova attività e trovare la giusta motivazione. È proprio questo scoglio iniziale a portare la maggior parte delle persone a rimandare ed arrendersi.

pigrizia-kaizen

Metodo Kaizen per smettere di procrastinare

Per provare a ridurre l’abitudine a procrastinare, può essere utile ricorrere al metodo Kaizen, dal giapponese Kai (cambiamento) e Zen (migliore), che significa, letteralmente, cambiare in meglio.

Basato sul miglioramento continuo e sul cosiddetto principio di un minuto, il metodo Kaizen prevede che ci si inizi ad occupare di ciò che si tende a rimandare per un solo minuto al giorno, ogni giorno alla stessa ora, procedendo poi un passo alla volta.

Dedicarsi per un minuto al giorno a ciò che si tende a rimandare e procedere per piccoli passi nella direzione del risultato che si desidera raggiungere è una soluzione efficace per superare le resistenze del demone della procrastinazione, che ci porta ad indugiare, perdere tempo e rimandare costantemente, impedendoci, di fatto, di portare a termine ciò che ci siamo prefissati.

Loading...

Applicare il metodo Kaizen dà il giusto input per iniziare. L’idea di doverti dedicare ad una determinata attività per un solo minuto al giorno ti aiuterà ad affrontarla con uno spirito più positivo. Portare a termine giorno dopo giorno i tuoi piccoli obiettivi quotidiani ti darà un gratificante senso di soddisfazione, che ti aiuterà ad andare avanti restando concentrato sui tuoi obiettivi, senza arrenderti e senza lasciare il compito a metà.

pigrizia-metodo-kaizen

Vantaggi del metodo Kaizen

Alla portata di tutti, il metodo Kaizen può essere applicato a qualsiasi tipo di obiettivo si desideri raggiungere.

Sia che si tratti di fare attività fisica, leggere un libro o imparare una lingua straniera, iniziare con un solo minuto al giorno e procedere gradualmente ti aiuterà ad abituarti alla novità. A poco a poco, tale attività diventerà parte della tua routine quotidiana, ti ci dedicherai senza difficoltà e raggiungerai agevolmente i tuoi obiettivi.

Il metodo Kaizen aiuta a:

  • superare l’insicurezza e l’indecisione;
  • superare le resistenze dettate dalla pigrizia e dal demone della procrastinazione;
  • liberarsi dalla frustrazione e dal senso di colpa ed impotenza che deriva dall’abitudine a procrastinare;
  • favorire la continuità.

Inoltre, scomporre un grande compito in piccole parti ed iniziare ad occuparsene per un solo minuto al giorno lo rende di gran lunga più gestibile.

Come funziona il metodo Kaizen

Il metodo Kaizen è una pratica di miglioramento continuo secondo la quale piccoli cambiamenti quotidiani sommati nel tempo portano a grandi risultati.

Benché si tratti di una filosofia ancora poco conosciuta e non del tutto compresa in Occidente, il metodo Kaizen ha dimostrato la sua efficacia, sia in termini di miglioramento professionale che personale.

Per applicare il metodo Kaizen, tutto ciò che ti serve è un minuto di tempo. Punta il cronometro e concentrati per 60 secondi esclusivamente su ciò che devi fare. Facile no? Inizia con un minuto al giorno ed aumenta gradualmente il lasso di tempo in cui dedicarti a tale attività. Passa da un minuto a 5 minuti, poi 10, 15, 20 e così via. Così facendo raggiungerai il tuo obiettivo agevolmente, senza grandi sforzi e senza fatica.

Ed è proprio questo aspetto a non convincere del tutto gli Occidentali dell’efficacia del metodo Kaizen. In Occidente, infatti, aleggia ancora la falsa convinzione che non si possano raggiungere obiettivi senza fatica.

Quando cominciare?

Ora, naturalmente! Giorno dopo giorno, con il metodo Kaizen prenderai familiarità con l’attività prescelta, ti ci dedicherai in modo naturale e spontaneo, più volentieri e raggiungerai agevolmente i tuoi obiettivi.

Evoluzione Collettiva Copyright © 2015-2018. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Potrebbe Interessarti

Loading...

Potrebbe Interessarti

180 Condivisioni

One Response

  1. Crescita Individuale 13 febbraio 2018

Leave a Reply