Gastrite: dieta e cibi per combatterla

La gastrite è un’infiammazione molto grave. Colpisce il 70% delle persone dai 30 anni in su. Tutto parte da problemi alla mucosa dell’intestino: l’infiammazione causa bruciore e dolore quando si cammina, si mangia, si fa qualsiasi attività sportiva.

Quali sono le cause della gastrite? Si può prevenire? Ci sono dei rimedi naturali che possono aiutare a combatterla? Cambia stile di vita prima che la gastrite ti fermi!

Gastrite: i sintomi

I sintomi della gastrite hanno un’intensità diversa in base alla gravità della situazione. Si parte con nausea e vomito. Spesso, si può avere anche il reflusso gastroesofageo.

Quando la situazione comincia a essere davvero grave, si sentono dolori e crampi. Se la malattia diventa cronica, si cominciano ad avere infezioni anche alle orecchie e al cuore, oltre che ai polmoni, con fenomeni di tachicardia e di asma.

Per questo, è importante agire ai primi segnali e andare dal medico quando si ha mal di stomaco.

Gastrite: le cause

Le cause di questa infezione, per fortuna, sono ben note. Quindi, puoi prevenire la malattia avendo cura di te. Per esempio, mangiare male e saltare i pasti significa aprire la strada alla malattia.

Lo stress e l’ansia, accanto al caffè e agli alcolici, non fanno che peggiorare la situazione. Anche il cibo piccante, alcuni farmaci e la scarsa attività fisica fanno sì che la malattia abbia campo libero.

Gastrite: i rimedi naturali

Anche la natura sa dare una mano contro la gastrite. Tra i rimedi naturali più noti c’è la camomilla, con le sostanze che aiutano a proteggere lo stomaco dall’interno.

Il vantaggio della camomilla è che può essere assunta anche con altre erbe officinali, utili per l’organismo. Un esempio è la melissa, da prendere in foglie o come infuso subito dopo i pasti per evitare il reflusso.

Il rimedio della nonna dell’acqua e limone è sempre valido. Il limone, infatti, è astringente e antibatterico, per combattere le infezioni dello stomaco ed evitare di vomitare.

Segui i nostri consigli su Salute e Benessere. Metti un Like 🙂

Lo zenzero, invece, agisce come prevenzione. Se assunto crudo, prima di mangiare, fa da barriera protettiva per lo stomaco. In questo modo, non si sviluppa l’ambiente favorevole alla gastrite.

Infine, un vero toccasana contro il bruciore di stomaco è la malva, che si beve tranquillamente come infuso. La trovi in erboristeria e nei supermercati.

Gastrite: i cibi da evitare

Ci sono dei cibi che aumentano l’acidità di stomaco e creano l’ambiente ideale per la gastrite cronica. Oltre al cibo piccante, anche i cibi ricchi di grassi o con troppe proteine tutte insieme rischiano di bloccare lo stomaco.

Un regime alimentare sano, con frutta e verdura, aiuta a migliorare la situazione.

Purtroppo, chi soffre di questa malattia deve evitare i dolci, le bevande gassate, tutto ciò che è fritto al fast food o in casa.

In questo modo, eviterà di incappare nei sintomi fastidiosi della gastrite, come il reflusso.

Consigli

Purtroppo, la gastrite è molto diffusa. per evitare che ti rovini l’estate, cerca di seguire una dieta sana ed equilibrata. Una corretta attività sportiva ti aiuta a rinforzare le difese immunitarie, quindi a evitare anche le infezioni allo stomaco.

Ai primi sintomi, anche se di poco conto, cerca di correre subito dal medico. Una terapia adeguata eviterà che la malattia duri per sempre. Scacciala via e goditi la tua estate!

Evoluzione Collettiva Copyright © 2017. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
Loading...

Leave a Reply