Eliminare l’odore di fumo dai vestiti e da una stanza

Loading...

Il fumo di sigaretta lascia un odore davvero sgradevole e diventa intollerabile per coloro che non hanno il vizio di fumare. E’ possibile che sotto lo stesso tetto vivono sia fumatori che non e, salvo prendere davvero l’abitudine di fumare solo fuori casa, è normale che i tessuti e la stanza stessa prendano nel tempo un odore sgradevole.

Il fumo si attacca ai capelli, così come ai vestiti o a tessuti di vario tipo, come quelli delle tende per esempio. Se cercate qualche rimedio naturale per eliminare l’odore di fumo appunto dai vestiti oppure da una stanza, allora siete nel posto giusto. Vi proponiamo 12 rimedi utili al caso.

Eliminare l’odore di fumo dai vestiti e dalle stanze, si può fare?

Si, potete eliminare l’odore di fumo. Qui sotto trovate consigli e rimedi naturali che vi aiutano proprio a contrastare questo problema.

  1. Ventilazione

    Il rimedio più vecchio del mondo ma anche uno dei più utili. Se ci pensate un attimo, il fumo non fa altro che invadere una stanza, espandersi e togliere così l’ossigeno. Ecco perché la prima cosa da fare è aprire le finestre, se create un po’ di ventilazione vi accorgerete che in poco tempo l’odore non solo sarà ridotto ma arriverà addirittura a svanire. Ovvio, per velocizzare il processo potete utilizzare degli impianti di aspirazione ma in una casa difficilmente ci sono, sia per la struttura dell’immobile sia perché molto costosi.  Potete però ricorrere a qualche altro aiutino che fra poco vediamo.
  2. Oli essenziali

    La gamma di oli essenziali che potete sfruttare contro l’odore di fumo è vasta, ricordatevi che basta poco per regalare all’ambiente un odore piacevole, con un bruciatore di essenze e appunto un olio essenziale a scelta, potete portare un piacevole aroma in tutta la casa e non solo in una stanza. Dovete utilizzare un’essenza di vostro gusto. Il dosaggio corretto è di 1 goccia per ogni mq. Vi suggeriamo tra gli oli essenziali più adatti a tale scopo l’essenza di menta, di bergamotto, di eucalipto e di limone. Potete comunque optare per quello che preferite.
  3. Incenso

    L’odore emanato dall’incenso avviene sempre per combustione, perciò va comunque sia a togliere l’ossigeno. Perciò come prima cosa vi consigliamo di arieggiare bene gli ambienti e dopo, potete selezionare il vostro incenso. Non vanno bene quelli che costano un euro o poco più perché dono pieni di sostanze sintetiche e perciò dannose per l’organismo. Dovete comprare incensi puri, il cui prezzo è si un po’ più alto ma vi permette di accedere a un altro tipo di qualità. Vi suggeriamo di provare con l’incenso palo santo di ottima qualità e disponibile anche su Amazon.
  4. Bucce di agrumi

    Potete combattere l’odore di fumo con una dolce nota aromatica, proprio come quella che viene rilasciata dalla scorza delle arance. Anche con il limone funziona molto bene e potete usarlo per questo metodo. Per ottenere un’azione più forte, bruciate le bucce così da diffondere il profumo nella camera, sala o stanza che sia. Altrimenti potete metterli a essiccare sul termosifone o al sole così da farli seccare e dopo puoi realizzarci dei fili aromatici da appendere dentro l’armadio o negli angoli delle stanze dove di solito fumate. Se preferite qualcosa di più pratico potete optare per le essenze di limone o di arancio.
  5. Carbone

    Con il carbone è possibile migliorare la qualità dell’aria. Ovvero lo potete usare per purificare la stanza dove avete o hanno fumato. Il rimedio è semplicissimo, vi serve un po’ di carbone e una scodella dove metterlo al suo interno. Adesso la scodella la potete collocare dove più vi torna meglio, anche in un angolo. Il carbone ha proprietà assorbenti, quindi dovete cambiarlo di tanto in tanto altrimenti diventa inefficace. Ricordate sempre di fare arieggiare un po’ l’ambiente prima.
  6. Bicarbonato di sodio

    Anche il bicarbonato di sodio è famoso per le sue proprietà assorbenti. Potete usarlo in più modi. Se volete eliminare l’odore di fumo dai vestiti potete usare il bicarbonato di sodio per fare il bucato. Se desiderate invece assorbire l’odore nella stanza dove fumate allora mettetelo in una scodellina e posizionatelo sopra un mobile. Chiaramente se fumate molte sigarette in casa tale rimedio non è efficace da solo. Un altro metodo valido per usarlo è quello di cospargere il bicarbonato di sodio sui tendaggi e i tappeti, oltre a pulirli assorbe anche l’odore.
  7. Svuotate ogni giorno il posacenere

    Ricordatevi di svuotare il posacenere almeno una volta al giorno. Se lo lasciate sempre pieno di sigarette e di cenere agisce come un “deodorante per l’ambiente”, cioè lascia sempre l’odore di fumo nella stanza.

    Ricordatevi quindi di svuotare tutti i posacenere che avete in casa e di lavarli sempre con acqua e sapone. Oltre a preservare l’oggetto evitate di far permanere ulteriormente l’odore di fumo nell’ambiente.
  8. Pulite bene tappeti e tende

    I tappeti e le tende non solo si rovinano a causa del costante contatto con la nicotina, ma assorbono anche l’odore. Il risultato è sempre lo stesso, voi cercate di profumare l’ambiente e nello stesso momento però avete un oggetto in casa che vi porta all’effetto opposto. “Prendete il toro per le corna” e pulite tutte le tende e i tappeti presenti in casa. E quando dovete fumare, andate sul terrazzo o fuori di casa. I tappeti e le tende inoltre tendono a ingiallirsi, quindi anche il risultato estetico non è il massimo.

    Per rimuovere l’odore e il colore di nicotina da tappeti e tende dovete controllare come potete lavarli e dopo procedere alla pulizia in lavatrice o a mano. Usate il bicarbonato di sodio, l’aceto e/o il sapone di Marsiglia per ottenere buoni risultati. L’ideale comunque è pulirli spesso in modo tale da non rendere più difficoltoso rimuovere l’odore.

  9. Aceto e bicarbonato di sodio

    Per eliminare il cattivo odore di fumo dai vestiti, le tende, i tappeti, copri divano etc. potete fare una lavatrice oppure lavare a mano il tessuto in base a quanto riportato sull’etichetta. Quindi fate il consueto lavaggio ma aggiungete anche mezzo bicchiere d’aceto e un misurino di bicarbonato. Dunque fate partire la lavatrice e successivamente stendete fuori all’aria aperta i vestiti, lasciando i panni fuori per più tempo vi aiuta a farli arieggiare e il sole e l’aria fresca annullano l’odore di sigaretta. Non stendeteli però sul lato della strada dove passano le macchine.
  10. Mettere fuori all’aria aperta ciò che avete addosso

    Un fumatore deve cambiarsi di abiti spesso. Ciò che indossate infatti assorbe l’odore del fumo di sigaretta e pensateci, se continuate a indossarli e continuate a fumare, per quanto vi laviate emanerete sempre un odore sgradevole di sigaretta. Perciò se i vestiti sono puliti però li indossavate quando fumavate, metteteli fuori all’aria a stendere in modo tale che possano riacquistare un buon odore di fresco.
  11. Indumenti da casa (rimedio per i vestiti)

    Un altro rimedio può essere indossare i vestiti da casa in casa e quelli migliori per quando uscite. Il concetto è un po’ come quando portate fuori il cane (per fare un esempio) e utilizzate una vecchia tuta e delle scarpe quasi da buttare. Con il fumo di sigaretta potete fare lo stesso. Quando sapete di non uscire potete appunto indossare la vostra tuta, così che quando decidete di uscire vi dovete solamente cambiare e avere vestiti puliti.
  12. Bacinella con acqua e aceto

    In questo caso dovete mettere a mollo i capi d’abbigliamento in una bacinella con acqua e aceto. Ovvero prendete la maglia che indossavate e la immergete nella bacinella a cui avete aggiunto un litro di aceto di mele in almeno 1 litro d’acqua calda. Lasciate immersa la maglietta per 30 minuti circa, dopo sciacquatela bene. Per eliminare l’odore di aceto basta che fate un secondo ciclo di pulizia, mettendo in acqua un po’ di sapone di Marsiglia questa volta, magari con due gocce della vostra essenza preferita.

Evoluzione Collettiva Copyright © 2015-2019. Tutti i diritti riservati.


Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
Loading...

Leave a Reply