Dolore al basso ventre: cause e rimedi naturali

dolori al basso ventre possono essere di varia natura. Nel quadrante inferiore del torace si trovano sia l’ultima parte dell’intestino, che l’apparato riproduttivo ed urinario.

Scopriamo quali potrebbero essere le possibili cause ed i relativi rimedi naturali. Invece di ricorrere all’uso di antidolorifici di origine sintetica, dagli effetti gastrolesivi, in erboristeria si possono trovare validi prodotti naturali altrettanto efficaci nell’alleviare il dolore.

Cause del dolore al basso ventre

Sindrome del colon irritabile

Fitte e crampi al basso ventre accompagnati da gonfiore addominale, borborigmi, senso di pesantezza e violente scariche diarroiche alternate a periodi di stipsi potrebbero essere sintomo di colite spastica, altresì nota come sindrome del colon irritabile.

A causare questo tipo di disturbo possono essere alterazioni ormonali, stress ed un consumo eccessivo di caffè, alcolici, spezie, cibi grassi e bibite gassate.

Rimedi naturali

Menta piperita

Un infuso di menta piperita, dalle proprietà antispasmodiche, rilassanti e sedanti, può essere utile per ridurre l’infiammazione ed il dolore.

Malva

Sorseggiare tisane a base di malva, ricca di mucillagini dall’effetto lenitivo sulla mucosa intestinale infiammata, può rivelarsi efficace nell’alleviare il dolore al basso ventre, ridurre l’infiammazione in modo naturale e trovare sollievo.

Aloe Vera

Al mattino a stomaco vuoto, un cucchiaio di succo di Aloe Vera pura, dalle proprietà antinfiammatorie e lenitive, può portare grande beneficio.

Calcoli renali

Forti dolori al basso ventre accompagnati dal bisogno costante di urinare ed una sgradevole sensazione di bruciore durante la minzione possono essere sintomo di calcoli renali, causati da aggregazioni di sali minerali nei reni. Le cause sono, in genere, imputabili ad un consumo eccessivo di proteine animali e grassi, una dieta povera di fibre ed un ridotto introito di liquidi.

Rimedi naturali

Per prevenire e contrastare i calcoli renali, il limone, con il suo elevato contenuto di acido citrico, è l’alimento più indicato per dissolvere i depositi di calcio che si possono accumulare nei reni. Bere ogni giorno un bicchiere di acqua con il succo di mezzo limone aiuta a sciogliere i calcoli.

Ricavata estraendo il liquido presente nelle noci di cocco, l’acqua di cocco priva di coloranti e conservanti ha effetti benefici sull’apparato urinario, in quanto aiuta a depurare la vescica e ripulire i canali di eliminazione delle tossine.

Per alleviare il dolore e favorire la dissoluzione dei depositi di sali minerali nei reni si consiglia anche di sorseggiare tisane a base di erba spaccapietre, tiglio, prezzemolo ed equiseto, dalle straordinarie proprietà diuretiche.

Meteorismo

Se il dolore al basso ventre è accompagnato da tensione addominale, gonfiore, eruttazione, flatulenza e stipsi alternata a diarrea può essere causato da un eccesso di gas intestinale.

Sedentarietà, ansia, stress, cattive abitudini igienico-alimentari, pasti consumati di fretta ed un eccessivo consumo di dolciumi e bibite gassate possono causare questo fastidioso disturbo.


Rimedi naturali

Tra i rimedi erboristici naturali per l’aria nella pancia spicca il carbone vegetale, ottenuto dalla distillazione secca del legno di betulla, salice o pioppo, in grado di assorbire gas e tossine presenti nell’intestino.

Per ridurre il gonfiore a livello addominale legato al meteorismo possono rivelarsi utili anche le tisane con estratti di piante carminative, tra cui:

  • finocchio, dalle proprietà antispastiche, diuretiche e spasmolitiche;
  • mirto, dall’azione antifermentativa;
  • anice, utile nel trattamento degli spasmi gastrointestinali e della flatulenza;
  • cumino, ottimo rimedio naturale contro i crampi addominali.

Melissa e camomilla si possono rivelare utili anche in questo caso, contribuendo a ridurre gli spasmi e rimuovere gli accumuli di gas nel tubo digerente.

Dolori mestruali

Una fastidiosa sensazione di tensione al basso ventre accompagnata da fitte dolorose localizzate nella regione pelvica ed addominale possono essere riconducibili alla dismenorrea, disagio fisico che affligge la stragrande maggioranza delle donne in età fertile nel periodo mestruale.

In questo caso, il calore aiuta a rilassare i muscoli addominali ed attenuare i dolori mestruali crampiformi. Si consiglia di:

  • applicare una boule dell’acqua calda sul ventre;
  • immergersi nell’acqua calda;
  • praticare un massaggio, appoggiando i palmi delle mani ai lati del bacino e facendoli scorrere più volte dal basso verso l’alto.

Anche sorseggiare tisane rilassanti prima di coricarsi può essere d’aiuto per alleviare i crampi addominali, favorire il rilassamento ed alleviare la tensione nervosa che caratterizza quei giorni. Tra le più indicate suggeriamo:

  • achillea, dalle proprietà antinfiammatorie ed antispastiche;
  • angelica sinensis, indicata per ridurre la stanchezza ed alleviare i dolori addominali;
  • piscida, antidolorifico naturale dagli effetti antispasmodici;
  • camomilla, dalle proprietà spasmolitiche ed ansiolitiche.

Sì anche a liquidi caldi, come brodo, minestre, latte caldo e tè deteinato.



Se durante il ciclo avvertite tensione e gonfiore all’addome, preparate un decotto a base di curcuma e zenzero. Grattugiate le radici di zenzero fresche ed aggiungete acqua bollente e mezzo cucchiaino di curcuma. Lasciate in infusione per un quarto d’ora, dopodiché filtrate il tutto.

Dolore al basso ventre da somatizzazione nervosa

Può capitare che il dolore localizzato nel basso ventre, accompagnato da gonfiore addominale, insonnia, spossatezza e reflusso gastroesofageo, sia dovuto a cause psicoemotive. Ansia, stress e rabbia repressa possono dare luogo a problematiche gastroenteriche da somatizzazione nervosa.

Frustrazione, tensione e condizioni di forte stress psicofisico inducono l’organismo a produrre più cortisolo, definito ormone dello stress. Un eccesso di cortisolo in circolo può irritare il sistema gastrointestinale, generando bruciore di stomaco, nausea e dolore al basso ventre.

Rimedi naturali

Per alleviare il dolore addominale da somatizzazione nervosa è consigliabile assumere tisane a base di erbe rilassanti e dalle virtù sedative, come camomilla, malva e melissa, che, favorendo il rilassamento dei muscoli, aiutano a ridurre gli spasmi addominali.

Anche un decotto di alloro per uso interno, dalle proprietà antisettiche, digestive e stimolanti, può essere d’aiuto per alleviare i crampi all’addome.

Si consiglia di evitare il consumo caffè, alcolici e bibite gassate, che rischiano di irritare ulteriormente la mucosa gastrica.

Evoluzione Collettiva Copyright © 2015-2018. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Potrebbe Interessarti

Loading...

Potrebbe Interessarti

#rimedinaturali #dolorebassoventre #evoluzionecollettiva

Leave a Reply