Dimagrire con lo yoga: esercizi, asana e consigli

Praticare yoga aiuta davvero ad eliminare i chili di troppo? Assolutamente sì. La perdita di peso è uno dei tanti benefici di una pratica costante e corretta dello yoga.

L’attività fisica fa bene alla salute. E lo yoga non è solo esercizio fisico. Si tratta di una disciplina complessa, profonda, che lavora sinergicamente sul corpo, sulla mente e sull’anima, ed aiuta a ripristinare l’equilibrio fisico e mentale. Praticare yoga correttamente aiuta a purificare il fisico, migliorare la circolazione sanguigna, ridurre lo stress, maturare maggiore consapevolezza del proprio corpo ed aumentare l’energia e la vitalità.

Vediamo in che modo è possibile dimagrire con lo yoga.

Lo yoga aiuta a migliorare le abitudini alimentari

Recenti studi hanno dimostrato come le persone che si alimentano in modo consapevole e coscienzioso siano più in forma di chi,invece, segue un’alimentazione scorretta e disordinata.

Le cattive abitudini alimentari vanificano, di fatto, ogni sforzo per perdere peso. Pensate, ad esempio, al cibo che sgranocchiate distrattamente dopo cena davanti alla televisione o mentre guardate lo smartphone. Senza neanche accorgervene assumete una grande quantità di calorie extra, che di certo non giovano alla linea.

Alimentarsi in modo consapevole significa assumere nutrienti in base a quelle che sono le esigenze del proprio organismo. Mangiate quando avete appetito, e non quando vi sentite giù di corda, agitati, annoiati o ansiosi. L’alimentazione consapevole, nota ai più come mindful eating, consiste nel:

  • conoscere le caratteristiche di ciò che ci si accinge a consumare;
  • godere dell’esperienza del cibo con tutti i propri sensi;
  • avere un rapporto più sano ed autentico con l’alimentazione.

L’alimentazione consapevole vi aiuterà a distinguere la vera nutrizione dall’urgenza di assumere un alimento come espediente per colmare esigenze di natura diversa, come, ad esempio, il bisogno di affetto, la noia o l’agitazione.

Praticare yoga aiuta a diventare più consapevoli del proprio corpo ed a rafforzare la connessione tra corpo e mente, che si traduce in un rapporto più sano con il cibo.

Inoltre, molti studi hanno evidenziato gli effetti positivi dello yoga nel mantenimento di livelli glicemici ottimali. Lo stretching e l’esercizio fisico moderato praticati con lo yoga favoriscono una diminuzione dell’insulino-resistenza e della glicemia.

Loading...

Lo yoga aiuta a rilassare il corpo e la mente e combattere lo stress

Lo yoga favorisce il rilassamento e la distensione. In genere, si tende a pensare che rilassarsi non favorisca il dimagrimento. Quando si vuole perdere peso, si è tentati di sostituire la pratica dello yoga con esercizi ad alta intensità che si pensa siano più efficaci per bruciare grassi.

L’esercizio fisico moderato e le posizioni da assumere concentrandosi sul proprio respiro e visualizzando con la mente immagini che evochino tranquillità aiutano a ridurre stress, ansia e tensione, favorendo una sana perdita di peso. Nelle persone che praticano regolarmente yoga si denota una minore probabilità di essere soggetti a feroci attacchi di fame nervosa, tra le principali cause di comportamenti alimentari scorretti che possono rivelarsi deleteri per la linea e la salute.

Quindi, più che la quantità di calorie effettivamente bruciate praticando yoga, è l’effetto calmante sul corpo e sulla mente ad aiutarvi ad eliminare i chili di troppo e mantenere un peso sano. Ovviamente, lo yoga da solo non garantisce la perdita di peso se non si conduce uno stile di vita salutare.

Asana per dimagrire con lo yoga

Tutte le posizioni dello yoga sono utili per perdere peso. Quando si fa yoga, il corpo assume determinate posizioni per un periodo di tempo relativamente breve. Per mantenere la posizione, i muscoli si contraggono ed il corpo rimane in uno stato di tensione che aiuta a bruciare calorie, tonificare la muscolatura e migliorare l’elasticità e l’equilibrio. 

Scopriamo quali sono le posizioni che aiutano a dimagrire con lo yoga e bruciare più grassi.

Posizione del cobra (Bhujangasana)

A terra in posizione prona a gambe unite, appoggiate i palmi delle mani in corrispondenza delle spalle e sollevate il torso. Stendete le braccia senza incurvare le spalle e portate il capo leggermente all’indietro. Effettuate 3-4 respiri profondi mantenendo la posizione. 

Posizione del guerriero (Virabhadrasana)

In posizione eretta, portate il piede sinistro verso l’esterno e flettete il ginocchio in modo che la coscia sia parallela a terra, mantenendo la gamba destra distesa. Sollevate le braccia ed unite i palmi. Effettuate 3-4 respiri in questa posizione e cambiate lato.

Posizione della candela (Sarvangasana)

Stendetevi supini con le gambe unite e le braccia rilassate lungo ilcorpo. Piegate le ginocchia ed avvicinatele al petto, dopodiché sollevate lentamente il bacino. Appoggiate le mani sulla fascia lombare, sollevate le ginocchia e distendete le gambe. Effettuate 5 respiri in questa posizione.

Posizione del pesce (Matsyasana)

Supini, con le gambe di­stese ed i piedi uniti, sollevate lentamente il busto aiutandovi con le braccia, ed inclinate la testa all’indietro. Chiudete gli occhi e respirate profondamente per 5 volte mantenendo la posizione.

L’ideale è aumentare gradualmente la complessità e la durata delle posizioni.

Evoluzione Collettiva Copyright © 2015-2019. Tutti i diritti riservati.


Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Potrebbe Interessarti

Loading...

Potrebbe Interessarti

441 Condivisioni

Leave a Reply