Cristalloterapia: pietre per bilanciare i Chakra

Antica tecnica naturale di medicina olistica, la cristalloterapia prevede l’utilizzo di pietre e minerali che, agendo sugli equilibri del nostro campo energetico, donano un senso di benessere fisico, mentale e spirituale.

Grazie alle vibrazioni energetiche delle pietre, è possibile armonizzare i sette Chakra. Secondo la cristalloterapia, quando le pietre entrano in contatto con la nostra aura ed i nostri centri energetici, avviene uno scambio di energia.

Per fare auto-trattamenti che portino reali benefici è importante utilizzare le pietre giuste in base alle proprie esigenze. Vediamo quali sono.

Come bilanciare i Chakra con la cristalloterapia

Centri energetici del nostro corpo, i sette Chakra sono disposti lungo la colonna vertebrale e ognuno è collegato a specifici aspetti fisici, mentali e spirituali. Può capitare che, a causa di blocchi energetici, i Chakra si chiudano o non funzionano correttamente, con ripercussioni negative sulla nostra salute.

Le pietre sono un valido strumento con cui lavorare sui Chakra, bilanciandoli ed armonizzandoli. Dal rosso al viola, ogni centro energetico ha un colore diverso, a cui corrispondono pietre diverse. Vediamole insieme.

Primo Chakra

Associato al colore rosso, Muladhara, comunemente detto Chakra della Radice, si trova alla base della spina dorsale, tra pube e coccige. È responsabile del contatto con le nostre radici terrene e spirituali, e regola l’istinto di sopravvivenza e la capacità di governare gli istinti.

Secondo la cristalloterapia, le pietre collegate al primo Chakra sono quelle di colore rosso e nero, tra cui:

  • diaspro rosso;
  • rubino;
  • agata rossa;
  • ematite;
  • onice nera;
  • ossidiana nera;
  • ossidiana fiocco di neve.

Secondo Chakra

Associato al colore arancione, il Chakra Splenico, o Svadhisthana, si trova nella parte inferiore dell’addome, sopra la zona pubica. Regola il plesso lombare e l’apparato riproduttivo.

Le pietre collegata al secondo Chakra sono la corniola, ottima per stimolare la fecondità, l’agata di fuoco, l’opale di fuoco ed il calcedonio rosso.

Terzo Chakra

Associato al colore giallo, il Chakra del Plesso Solare, o Manipura, è collocato nell’area addominale, ed incide su stomaco, fegato ed intestino crasso.

Le pietre corrispondenti al terzo Chakra sono:

  • occhio di tigre;
  • ambra;
  • crisoberillo;
  • calcedonio giallo;
  • berillo dorato;
  • calcite gialla;
  • pirite.

Quarto Chakra

Associato al colore verde, il quarto Chakra, o Anahata, è posizionato al centro del petto ed è connesso ai polmoni, al sistema cardiocircolatorio ed al cuore, sia a livello emozionale che fisico.

Le pietre corrispondenti al quarto Chakra sono:

  • quarzo rosa;
  • avventurina;
  • calcedonio rosa;
  • agata verde;
  • amazzonite;
  • crisocolla;
  • crisopasio;
  • calcite verde.

Quinto Chakra

Associato al colore azzurro, il Chakra della Gola, o Vishuddha, si trova all’incrocio delle ossa della clavicola e governa la capacità di comunicare.

Le pietre corrispondenti al quinto Chakra sono:

  • calcedonio blu;
  • lapislazzuli;
  • acquamarina;
  • celestina;
  • opale;
  • turchese;
  • zaffiro.
Loading...

Sesto chakra

Associato all’indaco, il Chakra del Terzo Occhio, o Ajna, si trova tra le sopracciglia e regola il funzionamento dell’ipofisi, l’orientamento e la concentrazione. Le pietre associate al sesto Chakra sono:

  • ametista, appartenente alla famiglia dei quarzi cristallini;
  • zircone;
  • fluorite;
  • labradorite;
  • tanzanite;
  • morganite;
  • ametrino.

Settimo Chakra

Associato al colore viola, il Chakra della Corona, o Sahasrara, si trova sulla sommità del capo e controlla il sistema nervoso. Le pietre associate al settimo Chakra sono:

Cristalloterapia: come utilizzare le pietre

Prima dell’uso, si consiglia di esporre le pietre alla luce del sole per qualche ora, affinché si carichino con l’energia solare.

  1. Tenere sempre le pietre con sé

    Tenere le pietre a contatto con il corpo ti darà energia per tutta la giornata. Puoi applicarle a bracciali, collane, anelli o cinture o tenerle semplicemente in tasca.
    L’ideale sarebbe fare meditazione con le pietre. Distenditi, disponile sul corpo in corrispondenza dei Chakra, chiudi gli occhi, concentrati sul respiro e visualizza l’energia di ognuna sui centri energetici. Mentre ti rilassi avverrà un bilanciamento completo delle energie e ti sentirai rinato.

  2. Ottenere Acqua per l’Anima

    L’acqua nella quale sono state immerse le pietre per un periodo di tempo prolungato prende il nome di Acqua per l’Anima.


    Per ottenerla non devi fare altro che collocare le pietre in un recipiente pieno d’acqua e lasciare agire per un paio d’ore o, preferibilmente, per tutta la notte. I minerali creano un’infusione energetica con l’acqua e la struttura della stessa si allineerà energicamente alla loro vibrazione. Bere l’Acqua per l’Anima ti farà sentire carico per tutta la giornata, senza dover ricorrere alla caffeina.

  3. Relazione pietre/Chakra durante il sonno

    Prima di andare a dormire, prendi una pietra per ogni Chakra ed allineale sotto il materasso nei punti corrispondenti del tuo corpo. Durante la notte, il tuo organismo si collegherà energeticamente alla vibrazione delle pietre e l’indomani ti sentirai rivitalizzato, pieno di energia e voglia di fare. Provare per credere.

  4. Diffondere l’Amore

    Hai mai sentito la parola Ubuntu? Non stiamo parlando del sistema operativo. Nell’Africa sub-Sahariana, con il termine Ubuntu ci si riferisce ad un legame di condivisione che unisce l’interna umanità. Secondo tale credenza filosofica, ciò che siamo è frutto della vita di un’infinità di altre persone. Ubuntu significa “io sono poiché noi siamo”. Siamo parte del tutto. Come possiamo essere felici se non lo sono tutti?

Moltissime persone sono in difficoltà. C’è sofferenza intorno a noi. Che cosa possiamo fare? Basta anche solo regalare una pietra o metterla nella borsa di un amico o di un familiare per creare vibrazioni energetiche attraverso i campi di coscienza intorno a noi. Tali vibrazioni torneranno indietro in tantissimi modi. Si tratta del cosiddetto effetto farfalla. Così facendo, si innescherà uno scambio di energie, che non può che fare bene.

Evoluzione Collettiva Copyright © 2015-2018. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Potrebbe Interessarti

Loading...

Potrebbe Interessarti

#cristalloterapia #pietre #chakra #evoluzionecollettiva
332 Condivisioni

Leave a Reply