Come pulire il forno: rimedi per le incrostazioni

Il forno è uno degli elettrodomestici più utilizzati, proprio per questo motivo è anche il più soggetto a sporcarsi. Pulire il forno è una di quelle faccende che non viviamo in modo molto piacevole, specialmente quando sono da togliere le incrostazioni. Le ricette che potete realizzare grazie a questo elettrodomestico sono tantissime e alcune di queste rischiano di sporcarlo e non poco.

Lo sporco ostinato e quindi incrostato, non è facile da gestire, ovvero per toglierlo servono i prodotti naturali utili al caso ma allo stesso tempo abbastanza forti per pulire e appunto togliere le incrostazioni. Qui sotto trovate un elenco di rimedi naturali per pulire il forno dalle incrostazioni ma ricordatevi che la cosa davvero importante è prevenire ed evitare che appunto lo sporco si accumuli e si incrosti, perché trattare questa situazione richiede molto più tempo.

Prima di vedere i rimedi naturali per la pulizia di un forno con sporco incrostato è bene chiarire alcune cose. Quando cucinate usando il forno, ricordatevi di prendere tutte le precauzioni possibili contro le possibili macchie che possono formarsi.. Per esempio la classica griglia da forno non va bene per cuocere un alimento che può perdere liquidi o altro, esempio la mozzarella che si scioglie e cade così nella parte bassa del vostro forno.

Ricordatevi inoltre di pulirlo a ogni uso, o almeno controllando sempre che non rimanga del cibo al suo interno.

Perché lo sporco si incrosta? Il forno dopo l’uso continua a essere caldo anche quando è spento. Ci vuole infatti un po’ di tempo prima che raffreddi completamente, ed è proprio in questo frangente che il pezzetto di salsiccia, mozzarella o formaggio… si incrostano. Per non parlare di quando andate a cuocere un’altra volta e non vi accorgete che vi è rimasto qualcosa dentro. Spesso il risultato è un grande fumo e odore di bruciato. E’ molto meglio rimuovere lo sporco quando il forno è tiepido invece di aspettare giorni.

Per quanto riguarda i rimedi naturali per il forno incrostato, qui sotto ne parliamo. Ecco un elenco che potete trovare utile al caso.

5 rimedi naturali per pulire il forno incrostato

  1. Acqua e succo di limone

    Acqua e succo di limone insieme sono perfetti per pulire il forno. Prima d’iniziare a strofinare via le incrostazioni del forno dovete fare una cosa. Prendete una teglia, versate al suo interno dell’acqua e il succo di limone (vi occorre il succo di almeno quattro frutti di media dimensione), successivamente la mettere dentro il forno. Ora lo potete accendere e far scaldare. La temperatura non deve essere alta ma neppure troppo bassa, diciamo circa 100-120 gradi.

    Questo processo rende lo sporco più facile da eliminare grazie ai vapori prodotti dal liquido. Vi suggeriamo di lasciare acceso il forno per circa 20 minuti. Dopo spegnete e iniziate a pulire. Potete usare anche l’acqua e il limone che avete fatto scaldare direttamente sullo sporco se vi aiuta a rimuoverlo prima.

  2. Sale, aceto e alcol

    Un’altra soluzione prevede l’uso di questi tre ingredienti di facile reperibilità. In poco tempo il vostro forno torna a brillare come una volta.

    Loading...

    Tutto quello che vi occorre è una boccetta con il vaporizzatore incorporato. Metteteci dentro 25 grammi di sale, 1/4 di bicchiere di aceto bianco e un po’ di alcol. Agitate bene adesso e utilizzate questo sgrassatore naturale per pulire l’interno del vostro forno. Prima di iniziare a strofinare per bene lasciate agire per circa un’ora.

  3. Aceto bianco

    L’aceto bianco lo potete utilizzare come alleato in casa per pulire quasi tutto. Si adatta perfettamente a moltissime superfici. In caso di forno incrostato però il rimedio che vi suggeriamo è molto simile al primo che abbiamo visto. Per cui prendete una teglia di acqua bollente e versateci 2 bicchieri grandi di aceto. A forno già caldo, mettete la teglia al suo interno.

    Potete usare anche una pentola volendo ma in questo caso ricordatevi di utilizzate un contenitore con i manici di ferro e non con il rivestimento in plastica. La temperatura del forno deve essere a circa 120 gradi. Lasciatelo acceso per 20 minuti e dopo spegnete, lasciatelo intiepidire e iniziare a rimuovere le incrostazioni. L’aceto potete poi versarlo direttamente sulla superficie interna dopo che lo avete scaldato.

  4. Sale e bicarbonato di sodio

    Unite il sale e il bicarbonato in parti uguali, aggiungete anche dell’acqua di rubinetto creando così una specie di pasta dall’azione sgrassante. Questo prodotto deve rimanere «in posa» circa 45 minuti. Dopodiché non vi resta che usare una spugna con acqua e un pochino di aceto bianco per togliere l’incrostazione. In pochi minuti dovreste riuscire nell’intento. Ricordatevi comunque di controllare sempre il vostro forno prima di cuocere una seconda volta del cibo.

  5. Bicarbonato e lievito per dolci

    Il bicarbonato ancora una volta torna a darci una mano, però in questo rimedio in particolare si aggiunge anche un altro ingrediente, il lievito per dolci. Inoltre il prodotto che adesso vi spiego ha bisogno di tante ore per agire. Funziona bene, ed è adatto per tutti i forni molto sporchi. Ecco come fare.

    Prendete 500 ml d’acqua e aggiungeteci 7 o 8 cucchiai grandi di bicarbonato di sodio. Successivamente unite anche 1 cucchiaio abbondante di lievito per dolci. Fate scaldare un pochino il forno (non troppo) e distribuite il tutto sui punti X. Vi conviene farlo la sera, quando siete certi che voi o altri della famiglia non usate più il forno. Quando procedete alla rimozione, serviti di acqua calda e aceto.

Perché scegliere i rimedi naturali per pulire il forno?

Ok, a questo punto vi chiederete perché scegliere i rimedi naturali invece che usare le decine di prodotti già pronti che trovate al supermercato. Personalmente non amo per niente pulire con le sostanze chimiche gli elettrodomestici dove cuocio il cibo oppure lo conservo (ecco perché pulisco il frigorifero con i rimedi naturali). Il rischio di non rimuovere ogni minima traccia del prodotto purtroppo c’è e questo può compromettere gli alimenti. Se rimangono residui di aceto o di limone invece, poco male. Il trucco comunque sta nel pulire frequentemente il forno, possibilmente dopo ogni utilizzo. Quando le incrostazioni sono molto vecchie infatti il rischio è di non riuscire a toglierle con i rimedi naturali.

Quando proprio non potete fare a meno dei prodotti chimici, ricordatevi di sciacquare molto bene il forno e dopo passate comunque acqua e aceto. Dopo averlo pulito fatelo scaldare per una decina di minuti.

Evoluzione Collettiva Copyright © 2015-2019. Tutti i diritti riservati.


Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
Loading...

Leave a Reply