Come lucidare l’acciaio con prodotti naturali

Lucidare l’acciaio di tanto in tanto è necessario per rimuovere quello strato di ossidazione che si forma sopra. Non sorprendetevi se anche sulle vostre pentole in acciaio inox si è formato, nonostante indichi la sua natura “inossidabile” può benissimo accadere, solo che è più raro perché sono maggiormente resistenti a tale condizione. Lo stesso discorso vale per la presenza di ruggine.

Oggi vi spiego come lucidare l’acciaio con i prodotti naturali, così da non dover ricorrere a tutte quelle sostanze dannose che purtroppo vengono commercializzate. Pulire in modo ecologico la casa ci permette di preservare la nostra salute così come quella dell’ambiente.

Lucidare l’acciaio con prodotti naturali: 6 soluzioni

  1. Acqua calda e limone

    Il succo di limone è un potente alleato, lo potete infatti unire all’acqua calda per ottenere una soluzione naturale e utile per la pulizia di tantissime superfici, tra cui l’acciaio che deve essere periodicamente lucidato. Quindi in una bacinella versate 1 litro d’acqua calda e il succo di due limoni. Mescolate un po’ e impiegate questo prodotto per lucidare il vostro acciaio. Aiutatevi con una spugna, usando la parte morbida.
  2. Acqua calda e bicarbonato

    Ancora una volta l’acqua calda arriva in vostro soccorso per lucidare l’acciaio, questa volta però al posto del limone viene aggiunto il bicarbonato di sodio. Dovete unirli in modo tale da formare una pasta morbida e spalmabile. Prendete quindi il bicarbonato di sodio e aggiungetevi un po’ alla volta l’acqua, mescolate e aggiungetene ancora fino a quando non ottenete la suddetta pasta. Adesso dovete spalmarla sopra la vostra rubinetteria (o pentola) passati due minuti procedete alla pulizia, usando una spugna per pulire per bene e togliere lo strato opaco che si è formato.
  3. Sale e limone

    Due degli ingredienti più comuni sulla terra, vale a dire il sale e il limone, sono ottimi per lucidare l’acciaio e rimuovere anche le macchie di ruggine. Prendete due cucchiai di sale e aggiungeteli in una scodella dove avete versato il succo di 4 o 5 limoni. Mescolate bene, quando avete ottenuto una specie di pasta siete pronti per cominciare.
  4. Cipolla

    Dovete strofinare la cipolla sulla zona di vostro interesse. Dopo ripassate con un panno immerso in acqua calda e aceto. Questo è un rimedio utile in molte situazioni e anche piuttosto semplice. Tagliate quindi la cipolla a metà e utilizzate entrambe le parti. Infine come appena detto passateci sopra il panno. Come potete vedere i prodotti naturali sono tanti e spesso sono anche già in casa nostra.
  5. Acqua calda, limone e sapone di Marsiglia

    L’unione fa la forza e questo rimedio può aiutarvi in varie situazioni. Generalmente viene utilizzato con le posate ma lo potete sfruttare anche per le superfici. Con un panno procedete a inumidire la zona di vostro interesse. Successivamente applicate la soluzione composta da acqua calda, succo di limone e sapone di Marsiglia. I dosaggi sono: 500 ml d’acqua, 2 limoni, 1 cucchiaio di sapone.
  6. Arancio e pompelmo

    Qui si parla di scorze, ovvero la buccia sia dell’arancio che del pompelmo. Quindi invece di buttare la buccia delle arance e dei pompelmi le potete conservare per sfruttarle come alleate per la pulizia dell’acciaio. Potete comunque impiegare anche la scorza di limone. Dovete mettervi d’impegno e strofinare la parte interna della buccia sull’acciaio di vostro interesse.
Loading...

Consigli utili per preservare il vostro acciaio

Pulire va bene, però potete semplificarvi la vita se adottate anche alcuni stratagemmi che prevengono l’opacizzazione dell’acciaio. Esistono quindi metodi che vi permettono di conservare meglio il vostro acciaio, che sia quello delle pentole, delle posate, delle superfici di cucina o della rubinetteria. Ecco alcuni consigli.

  • Le spugne non vanno tutte bene. Per esempio quelle di metallo sono impossibili da usare sull’acciaio. O meglio, potreste anche usarle, ma dopo non vi lamentate dei segni che sono rimasti sul vostro acciaio! Abbiate cura e attenzione, basta poco per rovinare un ripiano o altro.
  • Attenzione all’acqua. Quando l’acciaio entra in contatto con l’acqua deve subito essere asciugato bene. Questo perché l’acqua contiene molto calcare (più o meno in base alla zona dove vivete) e questo depositandosi sopra la superficie crea il tipico alone e nel tempo arriva a formare una vera e propria incrostazione. Rimane perciò in questo caso macchia. Inoltre nel tempo il contatto prolungato con l’acqua causa anche la ruggine. Dunque un piccolo accorgimento che vi permette di evitare tanti problemi è quello di asciugare bene ogni superficie.
  • Usate anche lo spazzolino. Lo spazzolino è utile perché è piccolo e le setole sono resistenti. Ciò significa che può arrivare ovunque. Se ci pensate la pulizia è anche questo, ovvero pulire ogni minima zona sporca o che è a rischio.
  • Attenzione al calore. Una pentola calda, quindi appena tolta dal fuoco, non la potete appoggiare su di un ripiano. L’acciaio si rovina nel tempo, quindi massima attenzione e usate sempre uno straccio o qualcosa dove appoggiare i vostri tegami.
  • Prodotti da evitare. In questo articolo si parla di rimedi naturali non solo perché costano poco e rispettano l’ambiente. Ma anche perché i prodotti chimici oltre a fare male possono sciupare un oggetto. L’acido muriatico è perfetto per la pulizia è vero, ma a quali spese? Rovina l’acciaio, inquina e fa molto male anche a voi.

Evoluzione Collettiva Copyright © 2015-2019. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
Loading...

Leave a Reply