Cancro: cause, sintomi, cure e tecniche di prevenzione

Il cancro si sviluppa quando all’interno del corpo le cellule crescono a dismisura e sono fuori controllo. L’organismo umano vede dalla nascita a la morte una regolare riproduzione cellulare ma è programmata e serve nell’infanzia per velocizzare la crescita e in età adulta per sostituire le cellule danneggiate o morte. Le cellule tumorali invece proliferano senza alcun controllo e vivono più a lungo, continuando a loro volta a generare cellule anomale. Iniziano a formarsi masse tumorali. In base al tipo di cancro esistono cause e sintomi specifici ma, ci sono regole di prevenzione che possono davvero aiutarvi a mantenere il corpo in salute.

Cos’è il cancro

Senza entrare in troppi tecnicismi, avete visto che la cellula tumorale prolifera velocemente, vive più a lungo e forma masse tumorali. Quando cresce molto più invadere tessuti vicini. Queste cellule possono muoversi in altre parti del corpo e si sostituiscono ai tessuti normali. E’ un processo che prende il nome di metastasi.

Esistono varie tipologie di tumore e ha un ritmo di crescita differente e risponde anche a trattamenti diversi. Il cancro si suddivide in varie categorie, come il carcinoma, il sarcoma, la leucemia, i linfomi…

E’ molto importante impostare il proprio stile di vita su una via salutare. Sappiate infatti che il tumore, dopo le malattie cardiovascolari, è in Italia la seconda causa di morte. Si parla del 30% di tutti i decessi. Le statistiche americane poi sono ancora meno confortanti visto che parlano del fatto che, 1 uomo su 2 e 1 donna su 3 svilupperanno probabilmente un cancro durante l’arco della vita.

Cancro, le principali cause

Veramente difficile parlare delle cause del cancro considerando che ne esistono di tanti tipi. Ci sono però alcune questioni da affrontare.

Prima di tutto i geni. Se alterati possono essere all’origine del cancro. Si perché sono loro a regolare le cellule sane e dirgli quando devono moltiplicarsi, per esempio quando occorre riparare un tessuto. Purtroppo per le cellule tumorali, lasciano sempre via libera e il segnale di replicazione è sempre attivo.

Non sono certo loro l’unica causa. Il tumore infatti si sviluppa quando ha dalla sua sostanze nutritive e ossigeno. Può produrre sostanze che vanno a stimolare la formazione di altri vasi sanguigni che lo alimentino. Un terreno favorevole di crescita è l’infiammazione cronica, l’assunzione di ormoni, eccessi alimentari e percorsi di vita non sani.

Gli esperti considerano l’infiammazione uno dei fattori più importanti. C’è poi il sistema immunitario che se è in calo può rendere più facile la comparsa della malattia.

Sintomi del cancro, come riconoscerlo?

Questo paragrafo non deve allarmarvi. I sintomi del cancro infatti vengono probabilmente percepiti da tutti nella vita, ma per un semplice motivo, appartengono anche ad altre malattie spesso di irrilevante importanza.

  • Stanchezza eccessiva: non è allarmante se i vostri ritmi di vita sono eccessivi (ma sicuramente dovete ridurli), però se dopo un po’ di riposo la situazione non migliora, è bene farsi controllare. Può dipendere da un’anemia per esempio, la quale ha tantissime cause e solo in piccola parte dipende da tumori solidi o leucemie.
  • Perdita di peso: se non seguite alcuna dieta e la perdita di peso è ingiustificata, è bene comunque farsi controllare così da escludere la presenza di una malattia.
  • Ittero: è un problema tipico di varie malattie delle vie biliari o del fegato, di solito non cancerose.
  • Sudorazione notturna abbondante: dipende da tante cose, tra cui sbalzi ormonali, assunzione di farmaci, infezione, l’uso di coperte troppo pese ma anche alcune forme di tumori come i linfomi.
  • Febbre: compare in caso di malattie infettive, per eliminare virus e batteri. Quando però persiste per settimane, allora significa che ci sono infezioni difficili da debellare.
  • Nausea: la nausea o il mal di stomaco è veramente un sintomo comunissimo e legato soprattutto all’assunzione di pasti troppo abbondanti. Quando persiste nel tempo però è bene farsi vedere.
  • Prurito: quando è diffuso in tutto il corpo può essere si causato magari dal sudore o dalla pelle secca, ma anche da un linfoma.
  • Noduli e rigonfiamenti: sono comuni soprattutto nel tumore mammario che, molte persone non lo sanno, può colpire anche l’uomo seppur in misura minore.
  • Nei: i nei vanno tenuti sotto controllo e vanno fatti vedere subito se c’è un aumento veloce della dimensione, se sanguinano o prudono.
  • Difficoltà a urinare: comune negli uomini di una certa età, oppure nel caso di infezioni. Tuttavia è un sintomo che è bene far vedere.
  • Sanguinamenti anomali: come quelli delle urine o delle feci, vaginali o nel vomito. Spesso dipende da lesioni semplici, altre volte infezioni delle vie urinarie, emorroidi etc. Tuttavia è bene riferirlo al medico.

Tuttavia, vi sono alcuni casi in cui coloro che hanno scoperto di avere un cancro non hanno percepito alcun sintomo.

Loading...

Cure e prevenzione

Le cure contro il cancro sono sempre più avanzate, gli strumenti a disposizione migliore. Per esempio c’è la sorveglianza attiva, cioè quando un tumore dalla crescita lentissima deve solo essere tenuto sott’occhio. C’è la chirurgia, usata per la maggioranza dei tumori solidi. C’è la radioterapia che usando i raggi X distrugge le cellule cancerose. C’è la brachiterapia, la chemioterapia e la terapia ormonale. La cura del cancro è un qualcosa di cui dovete parlare con il vostro medico curante. Noi oggi, affrontiamo più che altro la questione della prevenzione.

  1. Controlli annuali

    I controlli annuali o comunque periodici sono essenziali per scoprire eventualmente un tumore alla sua fase iniziale, dove tra le altre cose la possibilità di cura sono decisamente più elevate. Gli screening da effettuare di solito vanno a controllare il colon per vedere se c’è sangue occulta nelle feci , esame che viene richiesto una volta ogni 2 anni dai 50 anni in su. Se lo screening del seno, ogni 2 anni le donne sopra i 50 anni devono fare la mammografia. C’è il controllo della prostata etc.  Molte persone evitano questo genere di esami per paura ma dovete invece rendervi conto che possono salvarvi la vita.

  2. Alimentazione

    Non è facile seguire un’alimentazione corretta, implica passare molto tempo a scegliere gli alimenti migliori  e a cucinare. Niente a che vedere perciò con il classico hamburger già pronto per essere mangiato in pochi minuti nella pausa pranzo. L’alimentazione corretta però è fondamentale per la prevenzione del cancro.

    Come riportato sul sito della fondazioneversonesi.it esiste una relazione stretta tra cancro e dieta. Nonostante l’efficacia della dieta alcalina contro il cancro è stata ormai confutata, sappiamo bene molti dei cibi che mangiamo possono favorire o contrastare l’insorgenza di tumori. Sembra che una dieta sana possa ridurre del 30% il rischio di un tumore. Si perciò a frutta e verdura che proteggono dal tumore mammario, quello alla bocca, lo stomaco, l’esofago, l’intestino e la laringe.

  3. Stile di vita sano

    Dovete abbandonare tutti quei vizi che si scontrano con uno stile di vita sano. Smettete di fumare, smettete di fare abuso di alcol, di zucchero raffinato, farina bianco e tutti i cibi/bevande zuccherate e trasformate, iniziate a rispettare i ritmi del vostro corpo, dormire le ore di cui avete bisogno, praticate attività fisica e seguite un’alimentazione sana ed equilibrata.

  4. Meno stress

    C’è lo stress sano, quello che ci mette in guardia e funziona da stimolo, e c’è lo stress dannoso, quello onnipresente nella vostra vita. Nonostante non ci sono prove a sostegno dell’idea che esistano correlazioni tra cancro e stress, è vero che in periodi particolarmente stressanti potete cadere nella tentazione di eccedere nei vizi come fumo e alcol, mangiare male e vivere una vita sedentaria. Tenere a bada lo stress perciò è davvero importante. Potete provare per esempio attraverso delle tecniche di meditazione, con la cristalloterapia, lo yoga e anche l’agopuntura.

  5. Attività fisica

    Dovete praticare attività fisica così da mantenere il corpo in salute, ridurre lo stress, mantenere un peso corporeo regolare e, anche se indirettamente, mantenervi sulla giusta strada della vita salutare. Se decidete infatti di seguire uno stile di vita corretto ogni piccola azione che ogni giorno fate in questa direzione, vi motiva a fare sempre meglio. Inoltre gli esperti suggerisco che, se passate 8 ore al giorno seduti, dovete fare almeno un’ora di camminata ogni giorno.

Evoluzione Collettiva Copyright © 2015-2018. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Potrebbe Interessarti

Loading...

Potrebbe Interessarti

25 Condivisioni

Leave a Reply