Bucato: i 15 errori da evitare per non danneggiare i vestiti

La prima cosa che dovresti fare per mantenere i tuoi vestiti come nuovi è di imparare a lavarli correttamente.

Qui si seguito leggerai gli errori più frequenti che possono rovinare i tuoi indumenti preferiti.

15 errori comuni che danneggiano i vestiti durante il lavaggio

1. Separazione sbagliata

Oltre a considerare il colore, si dovrebbe anche prestare attenzione al tipo di tessuto. Ad esempio, i vestiti in pile dovrebbero essere lavati separatamente e non dovresti mescolare asciugamani con abiti in fibre sintetiche.

2. Rimozione delle macchie nel modo sbagliato

Strofinare le macchie in modo vigoroso non è una buona idea, questo potrebbe provocare un buco sul tessuto. I vestiti macchiati dovrebbero essere lavati delicatamente e trattare le macchie precedentemente al lavaggio. Il modo migliore per impedire eventuali buchi è quello di mettere uno smacchiatore delicato, lasciarlo agire per qualche minuti e poi lavare delicatamente.

3. Utilizzo di troppo detersivo

Utilizzare troppo detersivo durante il lavaggio porta a fare troppa schiuma, la quale produce un accumulo di batteri che rende i vestiti ancora più sporchi.

4. Non prestare attenzione alle cerniere

Tutti i vestiti (felpe e giubbotti) dovrebbero essere chiusi correttamente prima di essere lavati poiché i denti della chiusura lampo possono facilmente rovinare altri vestiti.

5. Non abbottonare i vestiti

Come per le cerniere, dovresti sempre ricordarti di abbottonare le camicie e altri capi con bottoni. In caso contrario i vestiti potrebbero sgualcirsi ulteriormente.

6. Utilizzare troppa candeggina

La candeggina rende i tessuti meno resistenti e con il tempo potrebbero strapparsi facilmente, per questo si potrebbe provare a sostituire la candeggina con questo vecchio rimedio della nonna. Metti i capi in acqua bollente con qualche goccia di succo di limone e bicarbonato.

7. Lavare i costumi in lavatrice

I costumi da bagno, i pantaloni da corsa e tutti i vestiti in lycra (spandex o elastan) non devono MAI essere lavati in lavatrice. Il modo corretto è quello di lavarli a mano in acqua fredda con poco detersivo.

8. Lasciare “riposare” la lavatrice

Alcune persone lasciano la lavatrice “a riposo” credendo erroneamente che diversi cicli di lavaggio consecutivi possono mandarla in tilt e farla rompere, ma tutto ciò è errato. L’utilizzo della lavatrice senza interruzione riduce il consumo di energia elettrica, poiché la rondella utilizza la rielaborazione del calore dopo il ciclo precedente.

9. Fare solo un ciclo per cuscini e coperte

Se decidi di lavare cuscini e coperte in lavatrice, esegui sempre due cicli di fila: le piume possono trattenere la schiuma e il sapone potrebbe rimanere all’interno dei cuscini.

10. Lavare i vestiti in modo caotico

Dopo un lavaggio sembra davvero complicato abbinare i calzini e spesso questi sono i capi che lasciato spesso un cattio odore anche al resto del bucato. Proprio per questi motivi prova almeno una volta a seguire questa regola: prima lava le calze e poi gli altri indumenti, apprezzerai il risultato.

11. Utilizzare l’ammorbidente per gli asciugamani

Questi composti chimici riducono la capacità di assorbimento dei tessuti. Per questo motivo prova a eliminarlo e a sostituirlo con del comune aceto bianco.

12. Lavare troppi vestiti contemporaneamente

Non si deve MAI sovraccaricare la lavatrice, in quanto questo rende il lavaggio meno efficace e potrebbe causarne la rottura.

13. Lavare gli indumenti in piuma d’oca nel modo sbagliato

Per gli indumenti contenenti piume d’oca è utile mettere tre palline da tennis nel cestello, con questo metodo riuscirai a prevenire la perdita della struttura e l’imbottitura non diventerà una palla durante il lavaggio.

14. Utilizzo di polveri e liquidi di lavaggio molto costosi

Molti dei detergenti che usiamo possono essere facilmente sostituiti con prodotti a basso costo, ecologici ed economici: il sale può rendere gli abiti più brillanti e il gesso aiuta a eliminare macchie, soprattutto quelle di grasso. Il succo di limone o l’acedo di vino può essere utilizzato al posto dell’ammorbidente, rendendo i vestiti più morbidi e delicati.

15. Non prestando attenzione al cestello e alle vaschette

È molto importante prendersi cura della lavatrice. Ricorda che in molti casi gli scomparti per il detersivo e l’ammorbindente sono removibili e quindi periodicamente è bene rimuoverli per pulirli da eventuali residui di detersivo. Non chiudere il cestello dopo il lavaggio, lascia che asciughi, in modo da evitare la formazione di muffa. Periodicamente esegui un ciclo di pulizia con acqua calda e aceto, ciò contribuirà a prevenire la rottura della lavatrice.

Foto di Daniil Shubin – Bright Side

Evoluzione Collettiva Copyright © 2017. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Potrebbe Interessarti

Loading...

Potrebbe Interessarti

Leave a Reply