3 tazze di caffè al giorno possono ridurre il rischio del morbo di Alzheimer.

Non puoi vivere senza la tua tazza quotidiana di caffè? Svegliarti al mattino con l’aroma e il profumo di caffè è uno dei tuoi modi migliori per iniziare la giornata? Beh, noi di certo non ti incolperemo! In passato gli studi hanno dimostrato gli effetti “negativi” del caffè, ma recentemente nuovi studi e ricerche hanno evidenziato che una “sana” dose quotidiana di caffè può effettivamente migliorare la tua salute.

Se anche tu fai parte dei bevitori di caffè di tutto il mondo questa è sicuramente una buona notizia per te! Oltre ad aumentare la potenza del cervello e migliorare la tua memoria, il caffè è in grado anche di ritardare il morbo di Alzheimer.

Continuate a leggere per i capire quali sono i sorprendenti benefici che il caffè ha sul tuo corpo e sulla tua mente.

Rischio di Alzheimer

Il morbo di Alzheimer è uno dei tipi più comuni di demenza. I sintomi della malattia includono perdita di memoria, cambiamenti di umore e confusione. Questi sintomi di solito peggiorano nel tempo. Circa il 15% delle persone che hanno lievi perdite di memoria, in futuro svilupperanno il morbo di Alzheimer.

Il fattore di rischio più importante per lo sviluppo della malattia di Alzheimer è avere un’età superiore ai 65 anni.

Quanto caffè si deve bere?

Al fine di ridurre il rischio di sviluppare il morbo di Alzheimer o rallentare il processo, si consiglia di bere dalle 3 alle 5 tazze di caffè (americano) ogni giorno. Recenti ricerche dimostrano che le persone che hanno superato i 65 anni, che hanno un maggior livello di caffeina, hanno sviluppato l’Alzheimer dai 2 ai 4 anni più tardi rispetto a coloro che avevano livelli più bassi di caffeina nel loro sistema.

Segui i nostri consigli su Salute e Benessere. Metti un Like 🙂

Le 100 persone che hanno partecipato allo studio, quelle che avevano livelli più bassi di caffeina nel sangue in combinazione con lievi perdite di memoria, hanno sviluppato prima di morbo di Alzheimer rispetto a chi aveva dei livelli più alti di caffeina.

Come il caffè può aiutare a ridurre lo sviluppo delle malattie non è ancora del tutto noto. Un’idea è che il beta-amiloide, proteina che si trova nel cervello delle persone affette dal morbo di Alzheimer, è inibito dalla caffeina.

Mentre noi tutti abbiamo di beta-amiloide nel cervello, questa proteina viene metabolizzata quando siamo giovani. Con l’avanzare dell’età il nostro sistema non è in grado di gestire le proteine ​​rimanenti e quindi si accumula nel cervello.

Quando si beve il caffè, la proteina viene metabolizzata e il rischio di sviluppare il morbo di Alzheimer si riduce.

Bere il caffè offre altri benefici per la nostra salute. Ulteriori studi e ricerche dimostrano che il caffè può anche ridurre il rischio di ictus, di sviluppare il Parkinson, il cancro al seno e il diabete di tipo 2.

Tuttavia, alcune persone tollerano la caffeina meglio di altri ed è importante sapere che bere troppa caffeina durante il giorno può causare altri problemi di salute, a seconda di come il corpo reagisce alla chimica.

Fonte: Express.co.ukAlzheimers.net

Evoluzione Collettiva Copyright © 2015. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
Loading...

Leave a Reply