Succo di carota. Proprietà, benefici e come prepararlo

Il succo di carota è buonissimo, rinfrescante e ricco di proprietà. Ovviamente non basta comprare un succo di carota confezionato al supermercato per ottenerle, anzi. In quel caso l’unica cosa che si ottiene è l’assunzione di una quantità incredibile di zuccheri raffinati, coloranti e conservanti. Ecco perché devi sapere come prepararlo in casa questo succo di carota se desideri appunto acquisire le sue proprietà e i suoi benefici.

Tutti i benefici del succo di carota

Aiuta contro i problemi cardiovascolari

Assumendo nelle giuste quantità succo di carota, ecco che si ottiene un miglioramento per quanto riguarda le malattie cardiovascolari. Questo perché riesce a mantenere elastiche le pareti di vene e arterie ma anche del muscolo cardiaco.

Aiuta a digerire

Il succo di carota l’ho usato a lungo in caso di gastrite e di cattiva digestione, questo perché combatte un po’ i bruciori di stomaco. Secondo alcune ricerche aiuta anche a digerire meglio ed effettivamente ho notato dei miglioramenti in questo senso. Ti consiglio di consumare un bel bicchiere di succo di carota circa 20 minuti prima di mangiare in modo tale da stimolare la giusta quantità dei succhi gastrici.

Migliora le funzionalità del fegato

E’ una bevanda molto utile anche per proteggere un po’ il fegato e va a ridurre la produzione eccessiva di bile e contrasta anche l’accumulo di grasso in quest’organo.

Tutto questo porta comunque a un miglioramento delle funzioni stesse, va a depurare il fegato e lo protegge anche dalla steatosi epatica così come dalla comparsa dei calcoli.

Rafforza i muscoli

La carota è famosa anche per essere una fonte di potassio eccellente, il quale è amico delle fibre muscolari. Assumendo un bicchiere di succo di carota fatto in casa si assumono ben 88 mg di calcio per giunta, il quale appunto è ottimo per le fibre muscolari.

Proprietà anticancro del succo di carota: una testimonianza

Voglio parlarvi in questo articolo anche delle proprietà anticancro del succo di carota. Un po’ per ricordarvi che comunque non esiste (purtroppo) una cura miracolosa contro questa terribile malattia, un po’ per sottolineare allo stesso tempo che i prodotti offerti dalla natura delle volte possono pur sempre dare una spinta in più al ritrovamento della buona salute.

Vi propongo quindi la testimonianza di Ann Cameron è autrice di molti libri per bambini. Infatti, è diventata ancora più famosa dopo la diagnosi di cancro al colon.

Ha subìto un’operazione nel giugno del 2012, quando la malattia era già entrata nella terza fase. Non era però il suo primo incontro con questa malattia… Suo marito, infatti, morì di cancro ai polmoni malgrado le sedute di chemioterapia avvenute nel 2005.

Ann ha negato a sé stessa di andare incontro alla stessa sorte del marito e ha rifiutato la chemioterapia.

Decide, quindi, di raccontare la sua storia sul blog Chris beats cancer (tradotto in italiano: “Chris batte il cancro”), dove trova persone che hanno cercato e trovato modi alternativi per agire e avviare dei trattamenti di cura per il loro cancro.

Loading...

“Nel giugno del 2012, sono stata sottoposta ad un’operazione chirurgia per il tumore al colon, ma dopo ho rifiutato il trattamento chemioterapico. Ogni giorno che passava mi sentivo meglio, ma dopo sei mesi, durante il controllo medico, mi hanno diagnosticato un cancro ai polmoni e il cancro al colon era entrato nella quarta fase”, ha spiegato Ann.

Ha dedicato il suo tempo alla ricerca e si è imbattuta nella storia di Ralph Cole, alla quale era stato diagnosticato un cancro della pelle all’età di 26 anni. Secondo il suo racconto, Ralph decise di provare a curare sé stessa attraverso il consumo quotidiano di succo di 2,5 kg. di carota.

Ann ha deciso quindi di seguire le sue orme ed ha incominciato a bere succo di carota ogni giorno prendendo la giusta quantità ogni giorno.

Come lei sostiene, dopo 8 settimane gli studi medici hanno rivelato che il cancro aveva arrestato la sua crescita, i tumori hanno cominciato a ridursi, così come il gonfiore alle ghiandole linfatiche.

Dopo 4 mesi le ghiandole sono tornate alla normalità ed il cancro ha continuato a ritirarsi.Dopo 8 mesi, la tomografia computerizzata ha mostrato che il cancro era sparito!

Il segreto, a quanto pare, è che il succo di carota è ricco di acidi grassi naturali, è un antiparassitario naturale con proprietà antitumorali e il carotene contenuto nelle carote ha un’azione preventiva sulla creazione di cellule tumorali.Ann Cameron dopo la sua esperienza ha scritto un libro su come curare il cancro con le carote, intitolato Curing Cancer with Carrots, che può essere acquistato su Amazon.

QUI PUOI TROVARE IL SUO LIBRO

cancer-carrots

Come preparare il succo di carota?

Adesso vediamo come preparare il succo di carota. Io vi consiglio di utilizzare un estrattore di succo perché in questo modo ottenete un prodotto sempre ricco di sostanze nutritive. A differenza del frullatore o del centrifugato infatti, l’estrattore non surriscalda il prodotto ma lo lascia freddo e crudo.

Come prima cosa perciò pulite per bene le carote, eliminate la buccia e le estremità. Dopo inseritele nell’estrattore.

Ricordatevi però di consumarlo appena fatto, in questo modo evitate che il prodotto perda parte delle sue proprietà benefiche e vi sia un deperimento organico.

Evoluzione Collettiva Copyright © 2015-2019. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
Loading...

Leave a Reply