Piante d’appartamento: quali tenere in camera da letto per dormire meglio

Molti amano adornare la propria casa con fiori e piante d’appartamento. Prendersi cura del verde negli ambienti domestici assolve alla duplice funzione di arricchire esteticamente gli interni e, allo stesso tempo, offrire importanti benefici per la salute. Le piante d’appartamento purificano l’aria che respiriamo, rendono l’ambiente più rilassante e migliorano la qualità del sonno.

La NASA (National Aeronautics and Space Administration) ha stilato un elenco di piante d’appartamento dall’effetto calmante, utili per purificare e filtrare l’aria e rimuovere alcune sostanze nocive.

Piante d’appartamento: vantaggi

Avere una pianta in casa aiuta a:

  • contrastare l’insonnia e migliorare la qualità del sonno;
  • migliorare la qualità dell’aria;
  • ridurre l’ansia e lo stress;
  • alleviare cefalee ed emicranie;
  • migliorare l’umore;
  • prevenire le malattie da raffreddamento;
  • migliorare le funzioni cognitive;
  • profumare l’ambiente in modo naturale.

Ancora una volta, la natura offre soluzioni efficaci, ad impatto zero.

Piante d’appartamento per contrastare l’insonnia

Come dichiarato dal Centro per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie, il sonno è un bisogno primario dell’uomo, come respirare ed alimentarsi, ed un’eventuale privazione può rappresentare una grave minaccia per la salute.

Se hai provato farmaci, tecniche di rilassamento, un materasso migliore, tisane rilassanti e rimedi naturali ma il tuo riposo non sembra migliorare, questo articolo può fare al caso tuo.
Sappiamo tutti che il tempo trascorso a contatto con Madre Natura ha numerosi benefici per la salute.

È possibile portare un po’ di Madre Natura all’INTERNO delle nostre case per aiutarci a dormire meglio durante la notte? Certo che sì.

Scegliere la pianta giusta da tenere in casa è molto importante. Vediamo quali sono le piante d’appartamento più efficaci nel prevenire l’insonnia e migliorare la qualità del sonno, oltre ad abbellire e ravvivare l’atmosfera della tua camera da letto.

  1. Aloe Vera

    La capacità dell’Aloe Vera, pianta di facile gestione e dai molteplici vantaggi, di migliorare la qualità dell’aria ed emettere ossigeno durante la notte è stata ufficialmente riconosciuta dalla NASA. L’aumento della fornitura di ossigeno garantito dall’Aloe Vera durante la notte aiuta a contrastare l’insonnia e migliorare la qualità complessiva del sonno.

    Conosciuta come “pianta dell’immortalità”, l’Aloe Vera, facilmente coltivabile, è nota per le sue proprietà lenitive, utili in caso di infiammazioni, ustioni ed irritazioni, e per la sua potente azione disintossicante.

    La sua presenza negli ambienti domestici contribuisce ad eliminare le sostanze chimiche nocive che contaminano l’aria. Se presenti in misura elevata nell’aria, queste sostanze chimiche rilasciate perlopiù dai prodotti di pulizia vengono assorbite dalla pianta. Noterai, infatti, la comparsa di macchie marroni sulle sue foglie.

  2. Lavanda

    Ampiamente utilizzata nel campo del make up e dei prodotti per la cura del corpo, la Lavanda contribuisce a ridurre l’ansia e lo stress, abbassa la frequenza cardiaca, contrasta l’insonnia, migliora la qualità del sonno e pare, addirittura, che aiuti a calmare il pianto dei neonati.

    Loading...

    La lavanda ha un profumo estremamente gradevole, dall’effetto rilassante e calmante, e la sua inalazione aiuta a prendere sonno più facilmente. In alternativa alla pianta di lavanda puoi utilizzare l’olio essenziale di lavanda.

  3. Gelsomino

    Il Gelsomino è una pianta esotica, il cui profumo si è dimostrato essere efficace nel migliorare non solo la qualità del sonno ma anche la concentrazione, l’attenzione e la produttività. Inoltre, il profumo di questa pianta aiuta a ridurre l’ansia e lo stress.

  4. Edera

    Pianta elegante e facile da coltivare, l’Edera è stata indicata dalla NASA come una delle specie migliori per purificare l’aria negli ambienti domestici. L’edera ha la capacità di filtrare l’aria, assorbendo grandi quantità di formaldeide. Pertanto, il suo utilizzo è particolarmente indicato per chi soffre d asma o ha difficoltà di respirazione durante la notte.

    Inoltre, numerosi studi hanno dimostrato che avere una pianta di edera in casa aiuti a ridurre fino al 94% la presenza di spore fungine nell’aria. Dal momento che gli agenti inquinanti nell’aria sono la principale causa di allergie, asma ed altri problemi respiratori, questa pianta in vaso, se tenuta in camera da letto, può aiutare a migliorare in modo significativo la qualità del sonno.

    Reperibile a prezzi del tutto accessibili, l’edera è una pianta di cui è facile prendersi cura. Non ha bisogno di molto sole per crescere.

  5. Sansevieria

    Ideale per donare un tocco di eleganza e raffinatezza agli ambienti domestici, la Sansevieria, comunemente detta pianta serpente, snake plant e lingua della suocera, aiuta a migliorare la qualità dell’aria filtrando l’ossigeno ed eliminando le tossine.

    Di facile gestione, questa lussureggiante pianta produce ossigeno durante la notte e, allo stesso tempo, assorbe l’anidride carbonica. Alcuni studi hanno dimostrato che avere una Sansevieria in camera da letto aiuti ad evitare irritazioni agli occhi, disturbi respiratori e mal di testa, oltre a migliorare i livelli di energia.

  6. Gardenia

    La Gardenia è in grado di conciliare il sonno più dei sonniferi. Con un esperimento condotto su cavie da laboratorio, uno studio tedesco ha dimostrato che i fiori della Gardenia hanno gli stessi effetti del Valium su un neurotrasmettitore chiamato GABA. Le cavie da laboratorio esposte alla fragranza della Gardenia erano, infatti, più rilassate, meno attive e tendevano a stare accovacciate in un angolo della gabbia. La Gardenia, pertanto, è tra le piante d’appartamento più indicate da utilizzare come tecnica di rilassamento ed induzione del sonno.

  7. Dracena

    Scenografica ed esteticamente di forte impatto, la Dracena, o Dracaena marginata, è un formidabile complemento d’arredo con cui riempire gli spazi vuoti negli ambienti domestici. Al contempo, la Dracena elimina le tossine, tra cui la formaldeide, lo xilene ed il tricloroetilene. Si tratta di una pianta di dimensioni piuttosto grandi, che necessita di abbondante esposizione alla luce solare per una crescita ottimale.

  8. Oro Pothos

    La NASA ha riconosciuto anche nell’Oro Pothos, o Epipremnum aureum, una capacità eccezionale di purificare l’aria, con ottimi effetti sulla qualità del sonno. Le sue fronde tendono ad estendersi notevolmente, pertanto si consiglia di posizionare il vaso sopra mensole o armadi per consentire alle stesse di ricadere verso il basso. L’Oro Pothos è tra le piante d’appartamento di cui è più facile prendersi cura. Inoltre, non necessitando di tanta luce solare potrebbe rappresentare la soluzione ideale per chi vive in appartamento o non ha una casa particolarmente luminosa.

Aria più pura = dormire meglio la notte e maggiore concentrazione e produttività durante il giorno.

Piante d’appartamento per dormire meglio: conclusioni

Respirare aria più pura fa sentire meglio e migliora la qualità del sonno, con ottimi effetti sulla salute ed il benessere psicofisico. Spore fungine, muffe, tossine e gli agenti inquinanti dispersi nell’aria possono, infatti, favorire l’insorgenza di malattie e problemi di salute.

Quelle elencate sono solo alcune delle piante d’appartamento benefiche per la nostra salute. Si tratta di piante robuste e di facile gestione, adatte anche a chi non ha uno spiccato pollice verde, che vi aiuteranno a migliorare la qualità del sonno, fondamentale per godere di ottimali livelli di energia, concentrazione e produttività durante la giornata.

Evoluzione Collettiva Copyright © 2015-2018. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Potrebbe Interessarti

Loading...

Potrebbe Interessarti

8K Condivisioni

Leave a Reply