Come sbiancare i denti a casa in modo naturale in soli 3 minuti (Video).

Lo sbiancamento dei denti utilizzando prodotti chimici oltre ad essere un male per i tuoi denti, è anche molto costoso. Ecco un modo semplice, naturale ed economico per sbiancare i tuoi denti, che risulterà anche salutare!

Tutto ciò che ti serve è del bicarbonato di sodio, del limone e dell’olio di cocco. Il primo prevede l’utilizzo dell’olio di cocco, mentre il secondo prevede la combinazione di bicarbonato di sodio e limone. Puoi provare entrambi i modi, poi scegliere quello che più preferisci, entrambi ti permetteranno di sbiancare i denti in modo naturale.

1. Sciacqui con olio di cocco (detto anche Oil Pulling):

Fare gli sciacqui con l’olio di cocco è in realtà un antico rimedio per i problemi dentali. Gli effetti antimicrobici naturali dell’olio di cocco uccidono i batteri nella bocca e le sostanze nutrienti mantengono i denti più bianchi e le gengive più sane. Tutto quello che devi fare è prendere 2 cucchiaini di olio grezzo di cocco ed effettuare degli sciacqui in bocca per 20 minuti. Questo permette all’olio di fare il suo lavoro, senza dare al tuo corpo il tempo di riassorbire le tossine e i batteri che sono stati rimossi dalla superficie dei denti. Mentre fai gli sciacqui con l’olio in bocca, il composto diventerà denso, quindi fai attenzione a non ingerirlo. Quando avrai terminato di fare gli sciacqui con l’olio di cocco, sputalo fuori, risciacqua la bocca con acqua calda e lavati i denti per rimuovere qualsiasi residuo di placca.

Segui i nostri consigli su Salute e Benessere. Metti un Like 🙂

2. Bicarbonato di sodio e limone

Oltre ad effettuare la tecnica degli sciacqui con l’olio di cocco, puoi provare a fare questo semplice composto a base di bicarbonato di sodio e limone. Una volta preparata la pasta, puoi utilizzarlo come dentifricio per ottenere una pulizia ancora più efficace. Basta semplicemente mescolare 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio con qualche goccia di succo di limone. Amalgama il composto con un cucchiaino e aspetta 2-3 minuti, poi applica la pasta sul tuo spazzolino e spazzola i tuoi denti come di consueto. Assicurati di sputare la miscela così da non ingerire la placca che è stata rimossa dai tuoi denti. Il limone è un agente antibatterico naturale e aiuta a rimuovere l’acido dalla superficie dei denti.

Per approfondire questo secondo metodo a base di bicarbonato di sodio e limone puoi guardare il video esplicativo qui sotto:

Questi due semplici ingredienti possono essere davvero utili per la pulizia dei tuoi denti in modo sicuro, efficace e soprattutto naturale!

Evoluzione Collettiva Copyright © 2015. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
  • Marco Vannini

    Si però, scusate:
    e dove dovrei andare a comprare l’olio di cocco (detto anche Oil Pulling), il bicarbonato di sodio ed il sale marino???..in farmacia ed/o in un qualunque supermercato????? Allora tanto varebbe che mi comprassi direttamente il dentifricio prodotto dalle aziende canoniche, no? Se devo andare a prendere questi ingredienti in quegli stessi posti che ci vendono, se va bene, articoli nocivi, quando se non veri e propri veleni..
    Vi torna?

    • Stefano Pino

      L’olio di cocco lo trovi in qualsiasi alimentari etnico che si rispetti….

      • Marco Vannini

        sii? Grazie mille, e gli altri? Da qualche parente o amico contadino?

        • Stefano Pino

          Il bicarbonato di sodio e il sale marino li trovi al supermercato.

          • Marco Vannini

            Grazie. Tu lo hai già provato questo metodo?

          • Stefano Pino

            Prego figurati. Ci ho provato con il bicarbonato di sodio, ma bisogna andarci cauti perché può rovinare lo smalto dei denti se usato troppo spesso, questo l’ho letto su altri siti. Mi sembra interessante l’utilizzo dell’olio di cocco e credo che lo proverò in futuro.

          • Marco Vannini

            Grazie ancora.

          • Marco Vannini

            Sai una cosa però? Non c’è scritto nell’articolo, quanto prolungato il trattamento debba essere per iniziare ad intravedere i primi risultati.. Settimane? Più probabile, mesi?

Close