Dentosofia: il Karma di una persona è già scritto nella sua bocca.

di Ilaria Cusano

Frasi sul karma e… denti – Tu dirai “Ma che è? Cosa c’entra?”.
L’avrei detto anch’io, prima di iniziare il mio percorso di dentosofia!

Ma facciamo un passetto indietro: cos’è la dentosofia e cosa ha a che fare con il karma?

La dentosofia è il metodo dei dentisti alternativi, è una forma di odontoiatria olistica; può essere esercitata solo dai medici riconosciuti, ovviamente, non è che uno si improvvisa dentosofo.
È un’innovazione nell’ambito della cura dei denti, che alcuni professionisti opportunamente qualificati (come la mia dentista, la Dott.ssa Maria Antonietta Cambrea di Lecco), hanno deciso di abbracciare per ottenere più risultati sul lavoro – il che vuol dire, secondo loro, che i pazienti guariscono dai problemi dentali più con la dentosofia che con l’odontoiatria tradizionale.

Uno dei fattori che rende più probabile e rapida la guarigione ha a che fare proprio col karma.
Già, perché la dentosofia evidenzia tutta una serie di connessioni tra ognuno dei nostri denti e dei particolari archetipi, e il rapporto che noi abbiamo con questi archetipi ha moltissimo a che fare col nostro karma.

La prima frase sul karma perciò è…

Il karma è inscritto nella nostra bocca

Apparentemente può sembrare un’assurdità, eppure se ci pensi, se gli antichi guaritori avevano l’abitudine di leggere la mano per trarre informazioni vitali sulla persona in questione, perché mai i moderni guaritori non dovrebbero poter trovare lo stesso bacino di elementi preziosi nelle nostre bocche?

È proprio questo che ha fatto la Dott.ssa Maria Antonietta Cambrea con me, ancor prima di guardare dentro alla mia bocca; le sono bastate due radiografie per dirmi via Skype: “Evidentemente ci sono stati tutta una serie di problemi familiari con la figura materna che ti hanno fatto rallentare un po’ nel tuo successo professionale, ed anche oggi che lavorativamente parlando vai alla grande, probabilmente sono sempre quelle questioni che nelle faccende sentimentali ti rendono tanto meno decisa che in tutte le altre”.
Immagina quanto sono rimasta allibita davanti ad un dentista che a mala pena mi conosceva e che, solo guardando le mie radiografie, sapeva di me cose che neanche alcuni miei migliori amici sanno!

La seconda frase sul karma, riprendendo un tema che ho già trattato nell’articolo Karma e Dharma: il sistema della giustizia cosmica, è questa:

Il karma è la migliore porta d’accesso al dharma

È proprio così, e quelli che non l’hanno ancora capito devono solo mettere bene a fuoco la questione, poi lo capiranno.
Ti continuo a fare l’esempio della mia relazione con mia madre.

Anche l’astrologa che anni fa mi calcolò e lesse il quadro astrale me lo disse: prima si premurò di farmi sapere che il mio tema natale è così armonioso come se ne vedono uno ogni morte di Papa, che quando morirò probabilmente finirà nei testi di studio degli astrologi del mondo, e cose così.
Poi aggiunse: “L’unica faccenda su cui devi focalizzare bene l’attenzione è che, se vuoi realizzarti in questa vita, devi allontanarti dalla tua famiglia di origine, soprattutto da tua madre”.
Io l’avevo intuito, sinceramente, ed è ciò che stavo già facendo e che ho continuato a fare – sta funzionando benissimo, tra l’altro.

Segui i nostri consigli su Salute e Benessere. Metti un Like 🙂

Guarda caso, a me sono stati tolti due denti (due molari), ed entrambi sono connessi ad archetipi materni!
In altre parole, a partire dall’interpretazione della dentosofia, io ho osservato che la natura mi ha aiutata ad allontanarmi da mia madre, a staccarmi da questa figura che, pur non volendolo assolutamente, per la mia evoluzione e crescita personale è più negativa che positiva. Mi sono limitata a staccarmi materialmente, geograficamente e psicologicamente, ma l’intelligenza insita nel mio corpo è andata oltre, estirpando alla radice (così si chiama anche quella dei denti) il collegamento con mia madre.
Wow!

Concludo con una terza frase sul karma:

Il karma è il trampolino di lancio verso il dharma

Non sono esattamente la stessa cosa, nel senso che cambiano a seconda del nostro approccio.

Il karma può abbatterci, affossarci, deprimerci e metterci i bastoni tra le ruote, oppure può essere usato, proprio come si usa uno strumento, come leva per fare spazio al dharma.

Esempi concreti, sempre su me e mia madre:

  1. Se mi fossi lasciata rattristare da questa necessità di allontanarmi da lei, sarebbe finita che o non l’avrei mai fatto, andando nella direzione contraria a quella della mia evoluzione e crescita personale, oppure l’avrei fatto in una condizione di negatività emotiva, attraendo di certo più sfortuna che fortuna. 
Invece, fare ciò che dovevo con spirito di allegria, avventura e gioia mi ha portata proprio alla grande realizzazione e al successo che oggi ho il piacere e l’onore di poter vivere!
  2. Se io avessi guardato a questa circostanza come a una specie di sfiga che mi capitava, se l’avessi interpretata come un impedimento, la mia vibrazione energetica si sarebbe abbassata tantissimo, con tutte le conseguenze che ciò comporta. 
Invece mi sono detta: “Cavolo, posso vivere dove voglio nel mondo, posso viaggiare, posso avere mille relazioni fantastiche con tantissime altre anime stupende, faccio un lavoro che adoro, in qualsiasi cosa mi cimento riesco con successo: che ci sto a fare vicino a mia madre?”. E, di nuovo: sta funzionando alla grande!
  3. È naturale che ho attraversato questo passaggio con tutte le emozioni spiacevoli che contraddistinguono una separazione – sono un essere umano anch’io e so cosa si prova quando ci si deve separare da qualcuno che si ama profondamente. Però, mentre sentivo questo dolore melmoso, mi ci sono lasciata scivolare dentro sicura di trovare un passaggio segreto, una botola, una porticina verso un altro luogo, e quell’altro luogo era diventare io stessa una madre, finalmente.

A volte cerchiamo spiegazioni nei libri, nelle ricerche scientifiche e nelle parole di personaggi illustri, quando basterebbe imparare a leggere i nostri denti, il corpo e le leggi iscritte nella natura per conoscere non solo tutte le risposte, ma proprio le risposte più precise e giuste per noi.

Ilaria Cusano
www.ilariacusano.it

Evoluzione Collettiva Copyright © 2016. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.