Ginseng: cos’è, benefici e come assumerlo

Il Panax ginseng (ovvero il ginseng) fa parte delle Araliaceae. Si tratta di una pianta molto nota fin nel lontano passato. Nel mondo orientale, soprattutto, le proprietà di questa pianta sono state utilizzate anche nella medicina tradizionale.

Tantissime sono le proprietà e i benefici di questa pianta. Oltre a essere ottima per combattere lo stress, è noto anche come pianta afrodisiaca.

Oggi vediamo cos’è, dove trovarla e quali sono le controindicazioni.

Cos’è il Ginseng

Il ginseng nasce in Oriente, soprattutto in Cina. Si tratta di una pianta che può arrivare a 80 centimetri di altezza. Le foglie possono arrivare a una lunghezza di 20 centimetri. La pianta produce fiori gialli e frutti viola.

Di solito, la pianta si trova sotto forma di gocce o integratori, quindi in pochi riescono a vedere davvero questi fiori.

Proprietà e benefici del Ginseng

Come abbiamo detto, le proprietà e i benefici del ginseng sono tantissimi. Iniziamo dalle proprietà e dai nutrienti contenuti.

La pianta ha vitamine e soprattutto ginsenosidi. Queste sostanze sono il motivo per cui il ginseng riduce lo stress e si presenta come energizzante. Pochi sanno che questa pianta può portare anche alla dipendenza.

L’aiuto della Natura agisce anche sul sistema immunitario. Si sente meno il caldo e il freddo, oltre al fatto che i polisaccaridi che si trovano nella pianta aiutano contro il diabete.

Forse non lo sai, ma il ginseng stimola il desiderio sessuale, soprattutto quello dell’uomo. In particolare, quello rosso sembra avere maggiori effetti rispetto a quello comune.

Effetti e controindicazioni

Oltre agli effetti positivi, questa pianta ha anche degli aspetti negativi. Per questo, non si può usare in gravidanza e durante l’allattamento. in più, chi soffre di problemi al cuore, o di convulsioni, dovrebbe evitare di assumerla.

Segui i nostri consigli su Salute e Benessere. Metti un Like 🙂

Anche se devi prendere delle medicine per coagulare il sangue, o l’insulina per tenere i livelli sotto controllo, è bene evitare di prendere il ginseng. Se prendi questi farmaci, ti consigliamo di chiedere prima al medico.

Come assumerlo

Il ginseng si può assumere in svariati modi. Si trova anche nel caffè al bar. Puoi trovarlo in compresse negli integratori, in gocce e in olio essenziale. In base a come viene lavorato, va assunto in modo diverso.

L’estratto di ginseng si può prendere per massimo 40 mg al giorno. Per le compresse, invece, al massimo 2 al giorno. Per le gocce, puoi metterne 30 in un bicchiere d’acqua, al massimo sempre 2 volte al giorno.

Dato che la pianta ha anche degli effetti avversi, è importante tenersi sotto controllo e non esagerare.

Dove si compra

Il ginseng si trova in tantissimi prodotti derivati. Ci sono diverse bevande energetiche che usano il ginseng e anche delle tisane energizzanti al ginseng. Per scoprirlo, basta guardare alla confezione.

Il ginseng puro e gli integratori possono arrivare a costare anche 20 Euro. Dato che non bisogna esagerare, è bene mantenere le dosi minime: una confezione di questo tipo, richiedibile in erboristeria oppure online, dovrebbe durare molto a lungo.

Cerca la pianta o delle tisane dove è inclusa in erboristeria o nei negozi bio. Troverai sicuramente la soluzione che cerchi.

Ogni tanto, se ti senti stanca o giù di tono, soprattutto a lavoro, il ginseng può essere sicuramente un valido aiuto.

Evoluzione Collettiva Copyright © 2017. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
Loading...