Le bustine di tè contengono quantità illegali di pesticidi letali.

I pesticidi sono ovunque. Essi vengono spruzzati nei cortili scolastici e nei parchi pubblici, e si possono trovare anche nei prodotti che acquistiamo al supermercato.

Facciamo tutto quello che possiamo per evitare il contatto con questi pesticidi, dal lavare i nostri prodotti prima di mangiarli all’acquistare frutta e verdura organici o coltivati in casa.

Facciamo il possibile per evitare di consumare questi pesticidi tossici, e ciononostante si riesce sempre in qualche modo a trovarseli in casa.

Uno degli esempi più recenti è costituito dalla scoperta di livelli incredibilmente elevati di pesticidi in alcuni dei marchi di Tè più famosi al mondo, come Lipton, Tetley e Twinings.

Pesticidi nel Tè

CBC News ha condotto un’indagine sui livelli di pesticidi nelle principali compagnie produttrici di tè.

Tra di esse, vi sono:

  • Lipton (Tè Verde Puro e Tè Nero Black Label)
  • Tetley
  • Twinings
  • Red Rose
  • No Name
  • Uncle Lee’s Legend of China (Tè Verde e Tè Verde al Gelsomino)
  • King Cole
  • Signal

Tramite un laboratorio ufficiale, gli investigatori della CBC hanno utilizzato gli stessi metodi di testing impiegati dalla Food Inspection Agency (Agenzia d’Ispezione Alimentare) nazionale per testare i pesticidi residui sulle foglie di tè essiccate.

Gli investigatori hanno rilevato che più della metà di tutti i tè sottoposti al test contenevano residui di pesticidi i cui livelli erano al di sopra del limite legalmente accettabile. 8 tè su 10 testati contenevano, inoltre, molteplici prodotti chimici, con uno dei brand che conteneva ben 22 diversi tipi di pesticidi.

Alcuni dei pesticidi scoperti nel tè, inclusi endosulfano e monocrotofos, sono attualmente sotto processo per essere banditi da diversi paesi a cause di rischi per la salute a cui sono esposti i lavoratori che vi sono a contatto, e dell’impatto negativo che hanno sull’ambiente.

Le marche migliori e peggiori

Segui i nostri consigli su Salute e Benessere. Metti un Like 🙂

Nonostante la maggior parte dei marchi produttori di tè testati contenessero tracce di pesticidi (ad eccezione di un brand, ci arriveremo a breve), alcuni di essi contenevano una enorme quantità di pesticidi mentre altri erano al di sotto dei limiti imposti dalla legge. Sebbene la quantità preferibile sia zero, ecco una lista dei peggiori trasgressori, in modo che possiate evitare del tutto questi brand, indipendentemente dalla vostra ossessione per il tè.

Uncle Lee’s Legends of China (Tè Verde)

Questa marca di tè contiene oltre 20 diverse tipologie di pesticidi, incluso l’endosulfano, che è attualmente sotto processo per essere bandito da molti paesi a cause del suo impatto negativo sulla salute e sull’ambiente. Gli effetti collaterali del consumo di endosulfano includono tremori ed altri effetti sul sistema nervoso, ed in alcuni casi mangiare cibi contenenti endosulfano si è rivelato letale.

No Name

Sebbene non sia affatto ai livelli del tè verde di Uncle Lee, contiene comunque oltre 10 diversi
tipi di pesticidi.

King Cole

Non si tratta di un tè sovraccaricato di pesticidi come si è visto con No Name, ma ne contiene una più ampia varietà, incluso il monocrotofos, che presto verrà bandito, e che è anche noto per causare defecazione involontaria, battito cardiaco irregolare ed, in passato, anche indurre al coma.

L’industria del tè non è stata tranquilla durante questa confusione. Kames O’Young, vicepresidente di Uncle Lee’s Legends of China, che rappresenta anche il brand con il più elevato tasso di pesticidi, ha difeso il contenuto di pesticidi del suo tè sostenendo che tutti i tè ne contengono.

“Se bevete del tè, del normale tè, non importa di quale marca, ma il dato di fatto è che questo prodotto agricolo contiene pesticidi.” Ha affermato O’Young.

O’Young ha pronunciato questa affermazione ignorando il fatto che l’indagine della CBC ha rivelato che, tra i 10 diversi marchi di tè sottoposti a test, Red Rose è stato l’unico prodotto rivelatosi completamente privo di pesticidi. Ciò dimostra che non solo è possibile coltivare il tè senza residui di pesticidi su di esso, ma che i rappresentanti delle grandi compagnie mentono sfacciatamente a riguardo.

Supportate le compagnie di tè libere da pesticidi evitando i marchi noti per contenere elevate quantità di pesticidi, come Uncle Lee’s e No Name, ed acquistate solo prodotti che siete certi essere privi di pesticidi.

Per un elenco completo delle diverse marche di tè, testati durante le indagini di CBC, clicca qui.

Evoluzione Collettiva Copyright © 2017. Tutti i diritti riservati.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
Close